Paolo Cannavaro alla Gazzetta: ” lo scudetto al Napoli e quell’incidente al San Paolo”

L'ex capitano azzurro, dalla Cina, parla degli azzurri

A pochi giorni da Sassuolo-Napoli arrivano le dichiarazioni di Paolo Cannavaro alla Gazzetta. L’ex capitano parla della lotta scudetto e racconta il retroscena dell’incidente al San Paolo.

PAOLO CANNAVARO ALLA GAZZETTA

“Mi sarebbe piaciuto chiudere la carriera in azzurro. Evidentemente era destino e poi quel modo silenzioso di salutare ha rafforzato l’affetto dei napoletani nei miei confronti, perché sono passato ad una squadra che è simpatica a tutti e non ho ferito nessuno”.

SASSUOLO-NAPOLI COME FINIRA’

“Per me è una sfida speciale, del resto la prima volta che l’ho giocata con la maglia del Sassuolo al San Paolo mi sono stirato per l’emozione. Sono due squadre che hanno segnato la mia carriera e la mia vita”.

VERGOGNA A SKY: Ilaria D’Amico e Costacurta ridono delle lacrime di Paolo Cannavaro

DOVE SARÀ IL 20 MAGGIO?

“In Cina, dovesse esserci la festa scudetto a Napoli non potrei parteciparvi. Niente scaramanzia, quest’anno non bisogna nascondersi”.

SARÀ DECISIVO LO SCONTRO DIRETTO CON LA JUVE?

“Secondo me sì, ma i bianconeri hanno un calendario peggiore del Napoli e una Champions impegnativa”.

IL NAPOLI È MATURO PER AFFRONTARE AL MEGLIO QUESTA VOLATA TRICOLORE?

“Lo spero. Gioca un grande calcio, come faceva già l’Empoli di Sarri, con interpreti eccelsi: bellezza e forza sono complementari. Gli azzurri possono farcela e poi se non succede quest’anno se ne riparlerà tra un bel po’. Qualcosa in estate cambierà perché alcuni elementi, per età e motivazioni, sono ormai logori”.

Mazzitelli: “Fermeremo il Napoli, non ho dubbi, lo scudetto andrà alla Juve”

CONSIGLIATI PER TE