ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Napoli, prevenzione la parola d’ordine: turni per palestra e mensa

Napoli dubbi Inter

Effetto coronavirus anche sulla SSCN che già da tempo ha previsto protocolli di sicurezza per i suoi calciatori come le borracce personalizzate.

Le misure preventive non si fermano alle borracce, ma società e staff medico hanno ideato una serie di protocolli da seguire. Come sottolinea il Corriere dello Sport lo staff medico ha aumentato l’apporto vitaminico dei calciatori, inoltre le misurazioni corporee sono costanti e l’igiene e profilassi rigorose. Ma i calciatori del Napoli hanno dovuto cambiare anche altri abitudini, in campo  non si può evitare il contatto ma i pranzi con la squadra sono annullati. E’ ammessa solo la colazione e per chi vuole farla in sede deve adeguarsi ad entrare in mesa a due o tre alla volta. Turni d’ingresso sono stati decisi anche per la palestra e le docce.

Disposizioni sono state anche per i collaboratori della società. Chi può lavorare da casa lo farà, in sede c’è solo il personale indispensabile. Massaggiatori e fisioterapisti seguono un rigoroso protocollo con l’utilizzo delle mascherine. Il coordinamento di tutto l’apparato, ricorda CdS, è affidato al vice presidente Edoardo De Laurentiis che ha preso in mano la situazione ed è l’unico dirigente ammesso in sede.

Intanto sono bloccati nella zona rossa dell’Emilia il preparatore dei portieri Perrone ed il preparatore tecnico Costi. I due collaboratori non sono più riusciti a tornare a Napoli dopo che erano stati a casa per il week end.

Archivi