TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Il Mattino – Pagelle Napoli-Inter: Super Ospina, voto altissimo per Gattuso

pagelle napoli-inter

Pagelle Napoli-Inter Il Mattino esalta la prestazione di David Ospina, voto altissimo per Gattuso. Male Zielinski ed Elmas.

Almeno tre parate decisive, quasi un assist quello per Insigne che ha poi fornito il passaggio decisivo per il pareggio di Mertens contro l’Inter che ha spalancato le porte della finale di Coppa Italia al Napoli. Le pagelle di Napoli-Inter de Il Mattino esaltano David Ospina, così come Gennaro Gattuso bravo a difendere il risultato dell’andata nonostante le difficoltà fisiche e qualche infortunio. Non sufficienti Elmas e Zielinski.

Ecco le pagelle di Napoli-Inter de Il Mattino

8 OSPINA:Da lapidare per l’errore in avvio quando resta immobile. Ma come nelle storie degli eroi, c’è poi il riscatto. È una gara strepitosa con interventi straordinari, prima su Lukaku poi su Candreva. Il suo lancio di 50 metri per Insigne è roba da Reina. Leggendario su Eriksen nel finale per ben due volte. Ammonito, salterà la finale“.

5,5 ELMAS: “È chiamato a stringere il campo all’Inter ed ad inserirsi negli spazi potenziali. Non riesce in nessuno dei due fondamentali, in un primo tempo insufficiente anche perché davvero la pressione nerazzurra è costante con Barella e Brozovic che spingono e lo infastidiscono. Manca nella spinta e viene sostituito“.

5,5 ZIELINSKI: “L’Inter prende il sopravvento a centrocampo anche perché il suo filtro è inferiore al solito. In mediana, non riesce a farsi vedere come alternativa a Demme per la costruzione ed anche nei rientri fa grande fatica, non arrivando mai per primo su una seconda palla. Sbaglia cose che non sbaglia mai“.

7,5 GATTUSO: “Impossibile seguire l’Inter nel suo ritmo forsennato. Lui fa sì che il Napoli soffra senza mai lasciarsi andare. La strategia era quella di attendere i nerazzurri, e dopo il gol di Mertens, ecco che il Napoli si piazza a difesa del risultato che spalanca le porta alla finale. Forse un po’ troppo dentro l’area, ma il catenaccione è ben organizzato. Così come le sfuriate offensive. Tutto studiato a tavolino“.

Archivi