TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Osimhen, l’agente italiano: “Il Napoli lo ha soffiato a Tottenham e Liverpool. Il Barcellona lo voleva per sostituire Suarez”

Osimhen agente italiano

L’agente italiano di Osimhen, Roberto Calenda, racconta i retroscena della trattativa che ha portato l’attaccante nigeriano a vestire la maglia del Napoli.

Victor Osimhen è entrato nel cuore dei tifosi del Napoli. Il nigeriano dalle lunghe leve, che qualcuno con un pò di presunzione ha definito “un fenicottero” era ambito da alcuni top club europei.

Mourinho e Klopp in primi seguivano il ragazzo da tempo, il Barcellona lo aveva individuato come possibile sostituto di Suarez.

L’agente italiano di Oshimen, Roberto Calenda, ai microfoni di Radio Marte ha raccontato i retroscena legati alla trattativa con il Napoli, soffermandosi anche sui top club Europei beffati da De Laurentiis. Ecco le sue parole

OSIMHEN, PARLA L’AGENTE ITALIANO

Sono io l’agente di Osimhen? Dicendolo non si sbaglia no, non si va fuori pista (ride, ndr). I tifosi del Napoli vogliono vederlo in opera prima di poter dire che si tratta di un ‘crack’? Ha la sfrontatezza per diventare leader in Italia? Stiamo parlando di un giocatore di indiscusso talento.

Sin da quando è diventato professionista, moltissime squadre si sono interessate a lui. Alcune società sono state più lungimiranti di altre. Il Napoli lo seguiva da tantissimo tempo, lo considerava un fiore all’occhiello.

Cristiano Giuntoli è un suo grande estimatore? Il Napoli lo ha voluto con forza sin da subito, era un pallino fisso di Giuntoli e di Aurelio De Laurentiis. Lo hanno voluto, hanno fatto di tutto per prenderlo. E’ stata una trattativa estenuante, ma l’affare è stato concluso col Napoli che lo voleva con convinzione“.

OSIMHEN NEL MIRINO DI TOTTENHAM, LIVERPOOL E BARCELLONA

Calenda, agente italiano di Osimhen,  ha poi aggiunto: “Abbiamo firmato in Sardegna in gran segreto? Di solito non parlo mai di queste cose, per rispetto delle società. La trattativa è stata ben condotta, è iniziata da lontano, abbiamo fatto tutto il silenzio e la firma è avvenuta lontano da occhi indiscreti.

E’ stata un’operazione difficile, fino all’ultimo c’erano squadre importanti, lo voleva José Mourinho al Tottenham come anche Jurgen Klopp al Liverpool. Il Barcellona inizialmente lo vedeva come predestinato a prendere il posto di Luis Suarez.

Cosa è giusto aspettarsi da questo ragazzo? E’ giovane, ma molto serio e sereno. La serenità è una componente importante per questi giovani talenti. E’ normale che Gennaro Gattuso dica che bisogna aspettare per dargli tempo, perché parliamo di un ragazzo che viene da lontano e deve adattarsi al nostro campionato. senza ombra di dubbio, è un grande attaccante e dimostrerà tutta la sua forza. Ha delle caratteristiche importanti.

Cosa mi dice del ritiro? Lo hanno accolto benissimo, il clima è splendido, ha trovato una famiglia ed è rimasto impressionato dal calore dei tifosi”.

Archivi