Napoli-Atalanta al San Paolo un brutto Napoli fuori dalla Coppa Italia

Napoli-Atalanta al San Paolo un brutto Napoli fuori dalla Coppa Italia. La squadra di Gasperini in semifinale affronterà la vincente tra Juventus e Torino. Agli azzurri non basta la rete di Dries Mertens.

Un brutto Napoli fuori dalla Coppa Italia

Il Napoli saluta la Coppa Italia, sconfitto per 2-1 al San Paolo da un’ottima Atalanta davanti a 20mila spettatori. Inizia nel peggiore dei modi il 2018 per Sarri, che decide di ricorrere a un ampio turn over e rinunciare dall’inizio a Mertens e Insigne. Proprio loro due confezionano il gol che riapre la partita all’84’, ma non basta. Fuori dalla Champions, il Napoli campione d’inverno saluta anche la Coppa Italia. In semifinale ci va l’Atalanta, che ha giocato un’ottima gara fatta di difesa perfette e ripartenza. La squadra di Gasperini affronterà la vincente tra Juventus e Torino.

IL PULLMAN  DI GASPERINI.

Anche Gasperini come Spalletti ed Allegri, preferisce affrontare il Napoli con il solito pullman davanti alla difesa per poi colpire in ripartenza. l Napoli fa la partita da subito, ma l’Atalanta è ben messa in campo e concede poco. I padroni di casa hanno una grande chance per passare in vantaggio con un bel diagonale di Callejon all’8′: decisivo il tocco quasi impercettibile di Berisha. Al 23′ Ounas prova il gol spettacolare con una rovesciata che esce di poco. Alla mezzora la palla buona capita sui piedi di Zielinski, ma Berisha salva. Il Napoli poi abbassa il ritmo e non trova più il modo di impensierire l’Atalanta.

SARRI SI ARRABBIA

Sarri si arrabbia perché vede una squadra troppo leziosa e poco convinta. L’Atalanta non concede nulla e all’81’ trova il raddoppio con un contropiede perfetto orchestrato e finalizzato dal Papu Gomez, che semina prima Koulibaly e poi Chiriches prima di battere Sepe. Sembra finita, ma due minuti dopo il Napoli riapre la partita con Mertens che approfitta di un indecisione di Berisha su cross di Insigne. Il belga ritrova il gol che mancava da otto partite, più di due mesi.

Altre storie
Napoli-Fabian Ruiz rinnovo fino al 2024. Niente clausola e ingaggio super.
Napoli-Fabian Ruiz rinnovo fino al 2024. Niente clausola e ingaggio super.