Serie ATutto Napoli

Morto Gigi Simoni. Era molto legato al Napoli. Il messaggio di Aurelio De Laurentiis

Morto Gigi Simoni. Addio all’ex calciatore ed allenatore del Napoli, si spegne a 81 anni colto da un ictus. Il messaggio di De Laurentiis.

L’ex allenatore del Napoli, Gigi Simoni è morto all’età di 81 anni. Le sue condizioni erano gravi da tempo. A giugno era stato colto da un malore ed era stato ricoverato presso l’Ospedale Cisanello di Pisa. Oggi la triste notizie. Simoni è morto. Il mondo del calcio è in lutto e si unisce al dolore della famiglia e della moglie Monica.

MORTO GIGI SIMONI, IL MESSAGGIO DEL NAPOLI

Simoni era molto legato al Calcio Napoli, avendo indossato la maglia azzurra da calciatore nella stagione 1961-62 ed essendoci tornato per una doppia esperienza in panchina, nella stagione 1996-97 ed in quella 2003-2004, l’ultima prima del fallimento.Anche il presidente Aurelio De Laurentiis e l’intera Ssc Napoli si sono stretti attorno alla famiglia di Mister Simoni per il grave lutto.
“Il Presidente De Laurentiis e la SSC Napoli si uniscono al dolore della famiglia Simoni per la scomparsa del caro Gigi”

 SIMONI E LA DISCUSSIONE CON LA JUVENTUS

La morte di Simoni ha colpito anche l’Inter.  Il tecnico era legato anche ai nerazzurri, con i quali nella stagione 1997-98 vinse una Coppa Uefa.  Massimo Moratti ex presidente dell’Inter ha affidato all’Ansa un messaggio di cordoglio:
“Simoni stato un grande protagonista della storia dell’Inter: ha vinto una coppa europea molto importante, gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato. Tecnico gentiluomo verso il quale provavo grande stima e affetto. La telefonata con la quale poco fa la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso”.
Gigi simoni è morto e con lui se ne va un pezzo di calcio fatto di uomini veri e grandi signori. Simoni era un uomo mite e generoso esploso una sola volta in carriera come ha ricordato l’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti:
«Non hanno fatto vincere scudetto». Riferendosi al campionato 97-98. In particolare alla partita con la Juventus condizionata dall’arbitraggio di Ceccarini.
Dopo il fallo clamoroso non fischiato su Ronaldo e il rigore invece accordato per un intervento su Del Piero, Simoni urlò ripetutamente al direttore di gara: «Si vergogni»

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.