La gazzetta: lo scudetto alla Juve, lo dicono gli esperti. Milano arbitra il campionato. Ecco cosa potrebbe accadere…

E' bastata la seconda sconfitta stagionale degli azzurri per far uscire allo scoperto i detrattori.

Lo scudetto alla Juve, lo dicono gli esperti  intervistati dalla gazzetta. Juventus e Napoli in attesa dello scontro diretto all’Allianz Stadium puntano anche a superare quota 100 punti, con Milano arbitro del campionato. Il giornale rosa  ha formulato un sondaggio in stile elezioni politiche 2018 con cento esperti di calcio.

LO SCUDETTO ALLA JUVE

Secondo il sondaggio della gazzetta dello sport lo scudetto andrà ancora una volta alla Juventus. E’ bastata la seconda sconfitta stagionale degli uomini di Sarri per far tornare in auge i sostenitori della vecchia signora. Ecco quanto evidenziato:

JUVENTUS E NAPOLI

In una sfida così serrata ed equilibrata, ogni tassello può essere decisivo. Il fattore psicologico giocherà un ruolo importante. Adesso la Juve è in vantaggio, può sfruttare il capitombolo del rivale, ma basta un attimo perché la situazione si ribalti.  Le duellanti Juventus e Napoli vivono situazioni simili in campo e anche fuori, con battaglie sul piano dialettico e sulle filosofie di gioco, tra concretezza e bellezza. Adesso è il Napoli che deve reagire, non perdere terreno in classifica, e per farlo deve ritrovare sicurezza. Una sconfitta ci sta, in questa fantastica galoppata, ma bisogna assimilarla, isolarla, digerirla. Il Napoli deve ripartire subito. La Juve invece può sprintare ma non adagiarsi sul probabilissimo sorpasso. Anche un rilassamento può fare male.

lo scudetto alla Juve, lo dicono gli esperti. Milano arbitro del campionato

MILANO ARBITRO?

E poi c’è il calendario, il cammino che ancora resta da fare ai magnifici duellanti. Mancano 11 giornate, come i giocatori che compongono le squadre. Sono tante. Ci vuole un fisico bestiale per continuare con questo ritmo. Il Napoli ha già una tappa difficile: quella di San Siro con l’Inter, mentre la Juve giocherà in casa con l’Udinese. Perdere per la seconda volta di fila potrebbe essere un grande problema. È una delle tappe decisive per Mertens e compagnia, non c’è dubbio. Vincere sarebbe quasi più importante per il morale da ricostruire che per la classifica. Durante il cammino che porta allo scontro diretto, il Napoli dovrà tornare a San Siro per sfidare il rilanciato Milan. Anche i bianconeri affronteranno il Milan prima della madre di tutte le partite, ma tra le rocciose mura di casa. La sfida con l’Inter, in trasferta, avverrà subito dopo la supersfida. Milano potrebbe a questo punto anche diventare il giudice dello scudetto.

SCONTRO DIRETTO

Un’altra domanda del sondaggio è se sarà decisivo lo scontro diretto. Un sì quasi unanime (71 contro 27,2incerti). Beh, il faccia a faccia dei duellanti avrà in palio i punti più pesanti, ovvio: chi prende, toglie all’altro. Ma bisognerà anche vedere come ci arriveranno le squadre. Se il 22 aprile, giorno del giudizio, Juve e Napoli saranno ancora divise da un punto, un pari potrebbe anche non cambiare di molto le cose. Perché poi sarà la Juventus ad avere un finale di stagione difficile, soprattutto se sarà ancora in Champions. L’Inter dopo lo scontro diretto, appunto, e la Roma all’Olimpico alla penultima giornata. Entrambe forse forse in lotta per un posto Champions. Le trasferte del Napoli invece saranno più morbide: Fiorentina e Samp, che forse a quel punto avranno poco da chiedere al campionato.

A CACCIA DEI 100 PUNTI

Le squadre viaggiano a velocità supersoniche, nel senso dei punti. Allegri potrebbe persino arrivare a quota 104 se le vince tutte, superando Conte che raggiunse i 102. E anche il Napoli può andare oltre quota 100 punti. Secondo la giuria lo scudetto si vincerà sotto quella soglia ma siamo lì: 55 a 44 (per Garcia a 100 preciso). Comunque vada, sarà una sfida tutta da godere.

CONSIGLIATI PER TE