napolipiu.com
Calcio Napoli e cultura Napoletana: Ecco il sito che parla la tua lingua

L’ag. di Jahanbakhsh: “il suo limite è il cielo. Napoli sarebbe un grande onore”.

Il procuratore di Alireza Jahanbakhsh ha parlato del Napoli e dell’interesse del Club di De Laurentiis per il centrocampista dell’AZ Alkmaar e della Nazionale iraniana.

L’AG. DI JAHANBAKHSH A CRC

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Amir Hashemi, agente di Alireza Jahanbakhsh. Ecco le sue parole

Jahanbakhsh piace al Napoli che lo ha seguito diverse volte, è un’ala destra ed il miglior realizzatore dell’Eredivisie. Può giocare però, su entrambi i lati, è molto forte con la palla in fase offensiva, ma è molto bravo anche in fase passiva. E’ straordinario nell’uno contro uno, nel dribbling e nel servire assist, ma nonostante tutte queste caratteristiche da esterno, è anche un grande goleador.

IL NAPOLI SU JAHANBAKHSH

“Per esprimersi al meglio, Jahanbakhsh ha bisogno di libertà, ma ha giocato anche come trequartista alle spalle delle punte per cui è molto duttile.
Il Napoli su Jahanbakhsh? Non posso confermare ufficialmente, ma so che piace al Napoli, che interessa. Ho sentito dire che 2 o 3 volte alcuni scout del Napoli hanno seguito le partite dell’AZ Alkmaar per veder giocare Jahanbakhsh dal vivo, ma al momento non posso dire di più”.

IL SUO LIMITE È IL CIELO

“Napoli e Jirindih sono due città molto diverse, la diversità sta nella cultura, ma non nei valori. Jahanbakhsh ha grandi obiettivi, il suo limite è il cielo. Sarebbe un grande onore e un grande piacere ricevere una telefonata dal Napoli, ma è molto importante capire la fiducia che porrà in lui la società. Jahanbakhsh ha 25 anni per cui è importante capire la considerazione che avrà di lui la nuova squadra.

Il Napoli è grande club, molti giocatori sarebbero onorati di vestire la maglia azzurra anche perché Napoli non è solo Maradona e Careca, quella di oggi è una grandissima squadra.
Mondiale? L’Iran è una squadra molto ostica e sarà difficile per tutti vincere contro di loro. Se l’Iran batte il Marocco, credo che riuscirà ad andare al secondo turno perché con la Spagna è difficile, ma col Portogallo si giocherà le sue carte”.

CONSIGLIATI PER TE