Calcio NapoliTutto Napoli

Insigne e Mertens cercano il gol! Con Ancelotti si segna meno: i numeri

Insigne e Mertens cercano il gol! Con Ancelotti si segna meno: i numeri. Lorenzo non segna da tre mesi, Dries è sottomedia. Ora la svolta

[better-ads type=”banner” banner=”81855″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Il Corriere dello Sport analizza la situazione partenopea di assenza di gol. La squadra stasera cercherà di risollevarsi e proverà a mettere in difficoltà la Sampdoria. Il quotidiano si sofferma sui motivi della crisi azzurra

Fame di gol

Napoli in crisi da goal, ma con Ancelotti si segna meno: i numeri. Gli azzurri cercano i gol, disperatamente, rovistando in se stessi, andando a raschiare il fondo del talento, guardandosi un po’ alle spalle – un anno fa, ad esempio – e ripescando quei gesti, quelle movenze, quella postura, quella ferocia  svanita, così, senza che ci sia un perché. Stando al CdS servirà depurarsi, gettare l’acqua sporca ma mica il bambino che è in loro per recuperare quella vena assai poetica che li ha ispirati nei momenti felici e pure in quelli bui, quando gli è bastata una parabola, una diavoleria, un pallonetto per andare a lustrar le stelle.

Insigne e Mertens

Sulla fame di gol dei due giocatori azzurri l’edizione di oggi del quotidiano sportivo Corriere dello Sport scrive: immaginate un po’ cosa diavolo passi ora nella testa di Lorenzino Insigne, intrufolatosi in quel tunnel dal 2 novembre scorso. Se ne sono volati via tre mesi esatti ed è un’eternità per chi vive amabilmente ossessionato da quella tentazione, da chi nelle otto successive partite (di campionato) ci ha provato trentaquattro volte, da chi ha sbattuto per quattro volte contro pali o traverse ed ora vorrebbe capovolgere il mondo.

Ma è il calcio, lo sa Dries Mertens, che ha scoperto un’esistenza sconosciuta due anni, travestendosi da bomber, e si è accorto, ha sospetto, che il suo calcio era divenuto altro: una veronica, un lob, una sciccheria, una sequenza di capolavori da artista fiammingo. Poi la vena si è inaridita e quel talento eccezionale, una sorgente d’idee, s’è piegato alla normalità: sta segnando come un attaccante qualsiasi, cosa volete che rappresentino undici reti per chi, dodici mesi fa, di questi tempi, era già a sedici?

 

 

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.