Gazzetta – Ecco cosa rischia Elmas. Quando il calcio tornerà a essere gioia e passione a Napoli?

Napoli, ecco cosa rischia Elmas
Ultimo aggiornamento:

Elmas punito dal club per aver violato il silenzio stampa. Le frasi entusiaste di un ventenne non sono piaciute al club partenopeo

ELMAS PUNITO DAL NAPOLI

L’edizione online della Gazzetta dello sport mette in evidenza l’intransigenza del Napoli nei confronti di Eljif Elmas.

Il centrocampista macedone dal ritiro della sua nazionale aveva rilasciato alcune, entusiaste dichiarazioni sul momento del Napoli e sulla lotta scudetto:

“Non mi pesa essere il calciatore macedone più pagato di sempre, penso soltanto a lavorare il più possibile.  Adesso sono concentrato sul Napoli, voglio fare bene, sono felice di giocare in Italia.

Scudetto alla Juve? Ancora il campionato è lungo. Il Napoli è una delle migliori squadre del campionato italiano. Milan? Sarà difficile, ma faremo di tutto per conquistare i tre punti”.

Le frasi piene di entusiasmo di un ventenne alla sua prima esperienza in un top club, non sono piaciute al Club di De Laurentiis.

Il club azzurro con un comunicato pubblicato via Twitter ha tirato le orecchie al giovane Elmas, reo di non aver rispettato il silenzio stampa imposto dal presidente.

ECCO COSA RISCHIA ELMAS

Se Elmas sarà punito per l’uscita pubblica poche ore prima del match contro l’Austria, lo stesso non accadrà a quei giocatori che hanno ‘rotto’ via social il silenzio stampa.

L’ultimo Kalidou Koulibaly, autore nel pomeriggio di un bellissimo tweet per Napoli e per il Napoli.

Possibile che i provvedimenti di cui parla il Napoli si limitino a una semplice sanzione economica da affibbiare ad Elmas, senza sfociare in provvedimenti riguardanti il campo.

In ogni caso, la punizione sarà applicata al ritorno del calciatore dagli impegni con le proprie nazionali.

La Gazzetta, che non risparmia nulla quando si tratta di Napoli, conclude con un laconico: “Ineccepibile la punizione ad Elmas, ma ci domandiamo di questo passo quando il calcio tornerà a essere gioia e passione a Napoli“.