TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Il lungo addio di Milik al Napoli e quella indolenza che fa arrabbiare i tifosi

addio milik

Addio Arkadiusz Milik! Il calciatore polacco aspetta la chiamata della vecchia sirena Juventus, un suono ammaliante che sembra distrarre oltre il dovuto.

Milik ha giocato male” lo ha detto chiaro e tondo Gennaro Gattuso al termine del match Inter-Napoli. “Mi aspettavo qualcosa di più da Milik” parole e musica sempre del tecnico del Napoli che fino ad ora aveva sempre sostenuto l’attaccante polacco.

Il lungo addio di Milik al Napoli si sta consumando nel peggiore dei modi e non certo a causa della società, dell’ambiente o della squadra. In realtà si potrebbe dire che Milik con l’Inter quasi non è sceso in campo. Qualche palla recuperata, qualche fallo ricevuto, poi zero assoluto. Immobile o quasi in area di rigore, mai pericoloso, mai un sussulto. Insomma un Milik in formato finale di stagione, quello indolente e distratto, irretito dal dolce suono della sirena Juventus.

Volere la Juventus e sentirsi già un giocatore bianconero, non fornendo più prestazioni di livello, però, sono tutt’altra cosa. La sua indolenza in campo sta facendo arrabbiare i tifosi del Napoli che per Milik avrebbero pensato ad un addio diverso. Quello che viene contestato in questo momento è la mancanza di professionalità del calciatore. Una percezione che appare evidente per chi guarda la partita, soprattutto se la si mette a confronto con un Mario Rui di turno. Eppure non si capisce perché il polacco stia avendo questi comportamenti che irritano la piazza partenopea, quella che lo ha sempre difeso, coccolato ed atteso in occasione di due gravi infortuni che ne hanno minato la crescita in questi anni. Rispetto merita anche la SSCN di Aurelio De Laurentiis che lo ha sempre aiutato, gli ha dato fiducia in attesa della sua esplosione definitiva. Ora Napoli e Milik sono ai titoli di coda, l’addio di sta consumando lasciando l’amaro in bocca a quelli che hanno creduto in lui.

Archivi