Il Genoa ferma il Napoli 0-0 al San Paolo tra i fischi del pubblico

NAPOLI GENOA 0-0
Ultimo aggiornamento:

 Napoli – Genoa 0-0. Azzurri fischiati al San Paolo. Squadra piatta e svogliata. Negati 2 rigori dal Var

Napoli troppo brutto per essere vero. Gli azzurri fermati dal Genoa al suo secondo punto fuori casa. Azzurri scoordinati,  e poco incisivi subiscono le iniziative del grifone. A fine gara pioggia di fischi a suggellare il momento più brutto dell’era De Laurentiis.

La prima partita del post-ammutinamento inizia con un’accoglienza fredda al pullman del Napoli e i fischi per Insigne – il più beccato dal pubblico – durante la lettura delle formazioni.

Il Napoli trova subito il goal che metterebbe in discesa la serata rendendo più dolce il clima attorno alla squadra, ma il sigillo dello stesso Insigne viene annullato per un precedente fuorigioco di Lozano.

La discesa diventa così una salita, anche piuttosto ripida, perchè il Genoa si concede solo qualche rischio nell’uscita da dietro, ma per il resto si compatta bene, difende con ordine e gestisce il controllo del gioco con buona personalità.

Il Napoli non trova spazi, ma prima ancora sembra non trovare idee, lento nel giro palla e impreciso nell’esecuzione anche dei suoi interpreti più tecnici.

Si allunga così a quattro la striscia di gare senza vittorie in campionato per la formazione di Ancelotti, adesso a quota 19 in classifica, mentre i rossoblu, che salgono a 9, tornano a muovere la classifica dopo i ko con Juventus e Udinese.

NAPOLI-GENOA 0-0

Il primo tempo è di impronta azzurra. Dopo appena due minuti Insigne va in rete, con il gioco però fermo a causa di un fuorigioco. La formazione di Ancelotti insiste e ci prova con Zielinski, Mertens, Lozano e Callejon, ma il risultato non si sblocca.

L’intervallo non porta scosse sul piano del ritmo e dell’intensità che il Napoli riesce a mettere nella sua gara. Con il passare dei minuti la fatica aiuta ad allargare le maglie della difesa del Genoa, ma le occasioni migliori capitano al Grifone: su tutte il colpo a botta sicura di Pinamonti respinto oltre la linea da Koulibaly.

Ancelotti prova a smuovere le acque rinunciando a Callejon e Insigne (preso di mira dai fischi anche al momento dell’uscita) ma il risultato è sempre una squadra priva sia di uno spartito tattico che del mordente necessario per improvvisare.

Dalle parti di Radu si registra una pressione sterile che produce l’occasione migliore solo all’87’, con un colpo di testa a botta sicura di Elmas respinto dal portiere rumeno. Napoli-Genoa finisce 0-0,  di fatto, i partenopei non vanno neanche vicino ad una vittoria che sarebbe stata fondamentale per voltare pagina e non perdere ulteriore terreno in classifica. Ma la notte, per gli azzurri, è ancora lunga.

TABELLINO

NAPOLI-GENOA 0-0

NAPOLI (4-4-2): Ospina 6; Di Lorenzo 6, Maksimovic 6, Koulibaly 6.5, Hysaj 6 (84′ Luperto sv); Callejón 5 (60′ Llorente 5.5), Zielinski 5.5, Fabian 5.5, Insigne 5 (66′ Elmas 6); Lozano 5, Mertens 5.5. All. Ancelotti

GENOA (4-3-2-1): Radu 6; Ankersen 6, Romero 6.5, Zapata 6.5, Pajac 6; Cassata 5.5 (88′ Radovanovic sv), Schone 6, Lerager 6; Pandev 6.5 (79′ Cleonise sv), Agudelo 6.5 (94′ Ghiglione sv); Pinamonti 6. All. Thiago Motta

AMMONITI: Llorente (N); Schone, Cassata, Cleonise, Lerager (G)