Varie-Calcio

Gary Neville contro la Superlega: “Una disgrazia, un atto criminale”

L'ex difensore del Manchester United Gary Neville si scaglia contro la Superlega di calcio, duro il commento

Gary Neville usa le parole come disgusto e disgrazia per definire la Superlega di calcio. Una lega che nasce come club esclusivo con soli venti partecipanti fissi e che non viene guadagnata sul campo. Un sorta di orticello per ricchi in cui specchiarsi e far valere la forza dei soldi e magari ripianare i debiti delle società. Insomma qualcosa di molto distante dalla NBA, una brutta copia europea di una competizione a cui non si capisce perché alcuni vengono inclusi ed altri no. La creazione della Superlega ha creato tantissime reazioni negative, non solo trai i tifosi ma anche tra gli addetti ai lavori. Di Superlega ha parlato anche Gary Neveille, storico difensore del Manchester United, uno dei club fondatori di questo nuovo formato calcistico.

Sono disgustato in particolare dal mio Manchester United e dal Liverpool. Voglio dire, il Liverpool è il club del “You’ll Never Walk Alone”, il “Fans Club” o il “The Peolple’s Club”, e poi il Manchester United, creato da gente nata e cresciuta attorno a Old Trafford più di 100 anni da, e vogliono entrare in un torneo senza competizione, dal quale non puoi essere retrocesso. E’ una disgrazia, un atto criminale. Dobbiamo rivedere il potere calcistico di questo paese partendo dai club che dominano e domandano la Premier League, a partire dal mio club, il Manchester United. Quello che stiamo vedendo è semplice avarizia, nient’altro. I proprietari dello United e del Liverpool ma anche del City e del Chelsea sono degli impostori, non hanno niente a che vedere con il calcio in Inghilterra. Questo paese ha più di 150 anni di storia calcisticamente parlando, a partire dai tifosi di questi club che per decadi hanno tifato e supportato la loro squadra in qualsiasi situazione. E sono loro che vanno protetti.

Neville: “Vergogna Superlega”

Ma l’ex difensore del Manchester United ha proseguito dicendo: “Io devo tantissimo al calcio. Ciò ho guadagnato e ci guadagno ancora soldi, come anche ne ho investiti e continuo ad investirne, quindi non sono contro i soldi che girano nel calcio ma tengo tantissimo ai principi e all’etica di questo sport. Se il Leicester vince la Premier League, è giusto che vada in Champions. Questo è un esempio, ma è come dovrebbe funzionare, non che squadre come Tottenham. United o Arsenal che in Champions League nemmeno ci sono, possano partecipare ad una competizione elitaria“.

Secondo Neville servirebbe una punizione per chi ha aderito alla Superlega: “Se annunciano che un pre contratto o un pre accordo è stato firmato, punite quei club. Toglietegli i punti, multateli, sbatteteli in fondo alla classifica, levategli i titoli che hanno vinto. Date la Premier League al Fulham o al Burnley. Oppure salvate il Fulham e fate retrocedere lo United, il Liverpool e l’Arsenal che sono le tre squadre più antiche e hanno tradito i loro stessi tifosi. Ne hanno tutti abbastanza, il tempo è finito. Ci vuole una commissione esterna che valuti questi proprietari e riporti ordine“.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.