Gli errori pro Juve e le telecronache farlocche: per non dimenticare

Gli errori pro Juve e le telecronache farlocche: per non dimenticare

La descrizione dei fatti e degli eventi che hanno determinato certe vittorie e traguardi raggiunti dalla Juventus.

[better-ads type=”banner” banner=”108237″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”left” show-caption=”1″][/better-ads]

Per non dimenticare. Negli almanacchi calcistici sono riportati i numeri, i dati, le classifiche ma manca la descrizione dei fatti e degli eventi che hanno determinato certe vittorie e traguardi raggiunti. Nella stagione 2016 – 2017 la Juventus si aggiudicò la Coppa Italia battendo in finale la Lazio col punteggio di 2 a 0.

Negli almanacchi si sprecano numeri e cifre, ma quanti ancora ricordano le modalità con le quali fu raggiunto quel traguardo.

PER NON DIMENTICARE: ECCO COME VINCE LA JUVE

Statistiche e amenità varie diventano “leggende metropolitane” al cospetto dei fatti della doppia semifinale di Coppa Italia fra Juventus e Napoli del 2017. Nello straordinario intermezzo di Coppa, ma soprattutto per non dimenticare, Napolipiu.com vi racconta la storia di due rigori farlocchi e di stupefacenti valutazioni arbitrali fra indimenticabili telecronache Rai.

LA DOPPIA SEMIFINALE DI COPPA ITALIA E L’INCAUTO VALERI

Il 28 febbraio 2017, il Napoli di Maurizio Sarri si reca a Torino per affrontare la Juventus per la gara di andata della semifinale di Coppa Italia. L’incauta designazione di Valeri non promette nulla di buono. L’arbitro romano, tanto inviso al Napoli, ha spesso scatenato furiose polemiche per le sue discutibili direzioni arbitrali passate e presenti. Non solo per quanto combinato nella recente gara di campionato fra Juventus e Sampdoria, Valeri era anche al VAR di Inter – Juventus della passata stagione.

LE GARE DI VALERI CON LA JUVENTUS

Il Napoli inizia alla grande, gioca bene e domina in lungo ed in largo chiudendo la prima frazione di gioco in vantaggio con la rete di Callejon al 36’ che ben fa da auspicio per il prosieguo dello spettacolo pedatorio.

LO SHOW ARBITRALE E LA SCANDALOSA TELECRONACA RAI

Ma al rientro in campo i tifosi azzurri e gli sportivi in generale saranno soltanto gli spettatori indignati dello straordinario show arbitrale e di una discutibile telecronaca della Rai (Paolo Liguori così si esprime in proposito: La telecronaca della Rai è stata scandalosa, si è voluto tamponare, non facevano vedere i replay su Albiol e poi continuavano a parlare sempre e solo dello Juventus Stadium). Valeri rimedia subito premiando col calcio di rigore il volo carpiato di Dybala sull’intervento di Koulibaly.

Pareggia lo stesso Dybala dal dischetto e da questo momento in poi i fischi arbitrali saranno solo unifilari; a fine gara gli azzurri si ritroveranno pure con mezza squadra ammonita (5 giocatori). Al 64’ giunge pure la beffa per i partenopei con il gol del vantaggio bianconero siglato da Higuain.

Al 68’ compie gli straordinari Valeri. Dapprima non vede nell’area juventina il doppio fallo di Bonucci e Pjanic su Albiol ma sul capovolgimento di fronte chiude la gara assegnando un altro rigore ai locali per l’intervento di Reina sul pallone.

LA JUVE REMONTA AL NÁPOLES CON ESCÁNDALO

Alessandro Bocci per il Corriere della Sera parlerà di “sacrosanti rigori” e di “sospetto rigore su Albiol”. Su questo tipo di adagio saranno incanalati i commenti, le cronache e le moviole nazionali. Sterili e quasi inesistenti le proteste dei media partenopei. In proposito si faranno molto sentire Maurizio Pistocchi e Paolo Ziliani che napoletani non sono. In campo internazionale non sfugge l’operato di Valeri. In Spagna il seguito Mundo Deportivo titola: “La Juve remonta al Nápoles con escándalo”.

Non successe nulla. Valeri fu immediatamente designato da Messina come ADD1 in Atalanta – Fiorentina (XXVII giornata del 5 marzo 2017); alla XXVIII giornata sarà legittimato con la direzione di Sassuolo – Bologna del 12 marzo 2017.

[better-ads type=”banner” banner=”105133″ campaign=”none” count=”2″ columns=”1″ orderby=”rand” order=”ASC” align=”center” show-caption=”1″][/better-ads]

Per un rigore di troppo, che poi c’era, fischiato in Napoli – Juventus del 27 ottobre 2007, l’arbitro Bergonzi non vide un campo di calcio per circa tre messi e a furor di media Zalayeta divenne il più grande cascatore di tutti i tempi.

Riproduzione consentita con la citazione della fonte www.napolipiu.com

Altre storie
ancelotti uefa
Ancelotti: “Con i grandi giocatori è tutto più semplice. Per il Napoli la Champions League è una verifica”