ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Cassano è sicuro: “Messi è molto meglio di Maradona”

cassano messi meglio di maradona

Antonio Cassano non ha dubbi: “Messi è meglio di Maradona”. Lo dice chiaramente l’ex calciatore del Real Madrid in una intervista al Corriere dello Sport.

L’eterna lotta tra Messi e Maradona ritorna in voga, ad accenderla è Antonio Cassano durante una intervista video al Corriere dello Sport. Cassano non ha dubbi: “Messi è meglio di Maradona“. Fantantonio raccontando un aneddoto su Cristiano Ronaldo ai tempi del Real Madrid dice: “Pensavo che Ronaldo fosse il dio del calcio, poi ho scoperto che Messi è superiore a lui“. Per l’ex giocatore anche di Inter e Milan il paragone tra i due argentini è presto spiegato: “Maradona ha fatto la storia del calcio, in quattro cinque anni ha fatto cose che nessuno sarà più in grado di fare. Maradona – dice Cassano – dal 1986 al 1991 ha fatto cose fuori dalla norma, mentre Lionel Messi sono quindici anni che fa quelle stesse cose consecutivamente“.

Cassano: “Il campionato non riparte”

Non sono Messi e Maradona tra gli argomenti trattati da Antonio Cassano al Corriere dello Sport, ma anche il taglio degli stipendi in casa Juventus che ha decurtato del 30% la cifra dovuta ai calciatori in questo periodo di inattività a causa del coronavirus. “Secondo me se la Juve ha fatto questa manovra vuol dire che non si torna più a giocare. Potevano farlo di mese in mese ed invece li hanno tagliati fino a giugno. Questo – prosegue Cassano – mi fa pensare che il campionato non riprenderà, ma è solo una mia idea“. Secondo Cassano il taglio degli stipendi non è praticabile in “Serie B e Serie C, perché li si guadagna poco. C’è gente che prende tremila o cinquemila euro, ha messo in cantiere un mutuo o una nuova auto. Se tagli lo stipendio vanno in difficoltà“.

Della ripresa del campionato se ne parla tanto ma effettivamente non ci sono ancora date utili. L’emergenza sanitaria ha, giustamente, la priorità su tutto e solo quando il problema sarà meno opprimente si potrà capire se riprendere o meno. Si è parlato di giocare a luglio, di riprendere anche le coppe europee ma al momento sono solo ipotesi.

Archivi