TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Caso Suarez, la Juve al momento non indagata. l’intercettazione: “Non spiccica una parola, ma deve passare”

Caso suarez

Caso Suarez, sospetta truffa per ottenere la cittadinanza. La Guardia di Finanza: “La Juve al momento non indagata. Le prove sarebbero state concordate”

Emergono ulteriori dettagli sul caso Suarez. In Italia ci sono migliaia di stranieri che chiedono la cittadinanza e la ottengono dopo anni, di burocrazia, se la ottengono. Per Suarez, sposato con la figlia di un emigrato Friulano, la strada è stata molto più semplice.

Una procedura lampo con un esame necessario a dimostrare l’adeguata conoscenza della lingua italiana, perché il calciatore è in predicato di passare alla Juventus.

Proprio la procedura adottata dall’Università di Perugia è al vaglio degli inquirenti. In diretta a Radio Punto Nuovo, è intervenuto Selvaggio Sarri, colonnello della Guardia di Finanza che coordina le indagini sul caso Suarez:

La Juventus ha organizzato l’esame, al momento non è indagata. Indagine nata per caso dalle intercettazioni. L’indagine è nata per caso, come la maggior parte di queste. Siamo partiti, a febbraio 2020, a fare accertamenti sull’Università per Stranieri di Perugia per attività poco trasparenti.
Ci siamo trovati in questa situazione in cui è stato chiesto, da parte di una squadra di Serie A, di far svolgere l’esame a Suarez. La Juventus era intenzionata a tesserare il giocatore e l’Università era disponibile nel far sostenere l’esame.
I problemi sono sorti quando ci siamo trovati di fronte ad una persona che non aveva alcuna conoscenza dell’italiano. Formalmente è stato conseguito con un livello di conoscenza intermedio, ma abbiamo scoperto fosse tutto predeterminato.
Non c’è stata alcuna pressione esterna, è stata iniziativa di chi lavora all’Università di Perugia che si sono lasciati ammaliare da un personaggio del genere“.

SUAREZ, LE INTERCETTAZIONI INCASTRANO SPINA

Stefania Spina, incaricata della preparazione del calciatore in vista dell’esame a Perugia è al centro delle indagini. La signora Spina, intercettata dalla procura del capoluogo umbro. Il testo è riportato nel decreto di perquisizione eseguito stamani dalla Guardia di Finanza. Ecco uno stralcio:

Luis Suarez “non spiccica na parola”, ma anche “non coniuga i verbi” e “parla all’infinito”: a dirlo è S. “Ma te pare che lo bocciamo” aggiunge con un non meglio identificato interlocutore.

Non dovrebbe, deve, passerà, perché con dieci milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1 (il livello della certificazione – ndr) dice ancora Spina sul caso Suarez.

Archivi