ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

IL MATTINO – Milik è stato chiaro con Giuntoli: “voglio andare via”. Il retroscena di mercato

Milik ha parlato con Giuntoli. L’attaccante polacco ha espresso il desiderio di lasciare il Napoli per approdare alla Juventus di Maurizio Sarri


Gennaro Gattuso ha bacchettato i suoi calciatori dopo la brutta prestazione contro l’Inter. Ringhio è particolarmente arrabbiato con Milik. Con un anno di contratto da onorare, Milik avrebbe dovuto dare il meglio di sé fino alla fine, per rispetto nei confronti dell’allenatore, dei compagni e dei tifosi.
Arek ha invece la testa altrove (s’è già promesso alla Juve, che offre in cambio il difensore Romero) e la sua avventura con il Napoli si è conclusa in maniera indecorosa a San Siro.

Arek Milik vuole andare via, come riferito da Il Mattino, lo ha chiaramente comunicato a Cristiano Giuntoli, che ha incassato la richiesta del calciatore.

Il bomber ha già un accordo con la Juventus, vuole giocare con Ronaldo e tornare ad essere allenato da Maurizio Sarri. sulla questione Milik Juve è intervenuto l’esperto di Calciomercato Alfredo Pedullà:
“Milik vuole la Juve, ha scelto la Juve, ha un accordo totale con la Juve in attesa che venga raggiunto l’accordo tra i club e al momento siamo in stand-by. Tuttavia Milik dovrebbe capire che il bonifico ogni mese glielo versa il Napoli, non un altro club, e la prestazione in casa dell’Inter è stata davvero imbarazzante. Se fosse stata la partitella del giovedì, avrebbero dovuto sostituirlo dopo dieci minuti. E se questo dovesse essere il rendimento, forse (senza forse) Milik dovrebbe interrogarsi sul suo modo molto soft (eufemismo) di vivere il presente perché è proiettato nel futuro (che ha scelto). A quel punto Milik farebbe prima a restituire una parte del bonifico che riceve ogni mese: chi chiede un aumento sistematico dopo due o tre gol, deve metterci la faccia (e non solo) quando le recite sono così indecorose come quella contro l’Inter“.

Ciro Venerato ai microfoni di Kiss Kiss Napoli conferma le parole di Pedullà: “Milik? Non contesto tanto il rendimento, ma l’impegno. Guardate Callejon, ha sempre dato il massimo nonostante sappia che andrà via a fine stagione. E’ un atteggiamento poco professionale quello del polacco e vagamente ricattatorio, per far sì che il prezzo si abbassi e indurre De Laurentiis per venderlo ad un prezzo più basso. Sappiamo tutti che Milik è juventino al cento per cento, è un giocatore che si sente della Juventus e basta. Avrei schierato Ospina centravanti adattato e non il polacco“.

Archivi