Vulpis su Al-Thani: “Non gli consiglio di investire in Italia”

napoli ritiro

Vulpis su Al-Thani: “Non gli consiglio di investire in Italia”. Il giornalista intervenuto a Radio Marte parla del potenziale interessamento dello sceicco per il Napoli. 

Secondo il Daily Mail Al-Thani sarebbe intenzionato a sbarcare in Italia per comprare una squadra di calcio, così da allargare i suoi affari commerciali anche nel bel paese dopo aver investito in Francia ed in Inghilterra. Lo sceicco avrebbe offerto 560 milioni di euro.

Al-Thani Napoli

Vulpis su Al-Thani ci va cauto ed a Radio Marte dice: “Se Al Thani deciderà di acquistare un club credo che andrà su una società dal valore superiore a quello del Napoli. Ad oggi, me lo auguro, ma non gli consiglierei di investire in Italia”. Dall’Inghilterra il Daily Mail ha fatto sapere che Tamim bin Hamad Al-Thani sarebbe pronto ad investire 560 milioni di euro per prelevare il Napoli  dalle mani di Aurelio De Laurentiis. A quanto pare lo sceicco vorrebbe investire in Italia per poi proiettarsi nel settore turistico, sfruttando le bellezze naturali e paesaggistiche della Campania. Al momento non è arrivata ancora nessuna conferma, ma nemmeno una smentita da parte di Aurelio De Laurentiis che è si trovato a Los Angeles per questioni cinematografiche.

Ammutinamento

In casa Napoli non si parla solo di una possibile cessione della proprietà, ma anche della questione post ammutinamento e della possibile multa che la società sarebbe pronta ad infliggere ai calciatori. “La situazione che vive il Napoli è pericolosa perché si è snaturata la natura del contratto che esiste tra società e dipendenti. I calciatori si stanno muovendo come liberi professionisti, ma c’è un contratto di mezzo e non si può far finta di niente. Per me, i calciatori dovrebbero essere pagati anche come dei liberi professionisti e invece chiedono garanzie, ma quando le cose non funzionano poi si comportano come dei lavoratori indipendenti” dice Vulpis a Radio Marte.