Calcio Napoli

Scontri Leicester – Gli ultras del Napoli: “Reagito ad attacco, per difendere i più deboli”

Arriva un'altra versione da parte dei tifosi napoletani presenti a Leicester

Gli scontri di Leicester hanno prodotto anche arresti da parte della polizia inglese, ma gli ultras azzurri fanno sapere di aver reagito ad un attacco. Gli scontri veri e propri ci sono stati al termine della partita Leicester-Napoli, ma secondo molte versioni dei presenti al King Power Stadium, i tifosi del Napoli sono stati aggrediti. La polizia locale ha eseguito 8 arresti ma sono stati anche rilasciati. Secondo quanto scrive Il Mattino gli agenti hanno lasciato tornare a casa alcuni ultras napoletani, anche se hanno centinaia di loro foto segnaletiche. Il tutto grazie ad un sistema di sorveglianza anti-hooligans voluto da Margaret Tatcher per sconfiggere il problema del tifo violento.

Scontri Leicester, parlano i tifosi

Il Mattino presenta ancora altre testimonianze da parte di tifosi del Napoli presenti nel settore ospiti dello stadio di Leicester. I tifosi azzurri parlano di una aggressione “violenta” fatta dagli ultras “di casa con lancio di mazze e pietre. Chi ha reagito lo ha fatto solo per difendersi e proteggere i più deboli“. In ogni caso quanto accaduto sugli spalti del King Power Stadium resta un gesto da condannare. Così com’è da condannare quanto hanno fatto i tifosi del Leicester, perché il racconto dei napoletani presenti è la sempre lo stesso per tutti, quindi appare veramente complicato che tutti abbiano inventato lo stesso tipo di versione.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.