Sarri: “La squadra ha acquisito consapevolezza e rabbia. Espulsione? Non vedo l’ora di leggere il referto di Banti!”

Maurizio Sarri,allenatore del Napoli, dopo il successo sulla Lazio è intervenuto ai microfoni di Sky Sport:

 “Se giochiamo come nel primo tempo abbiamo difficoltà, se giochiamo come nel secondo possiamo battere chiunque. Abbiamo trovato una squadra forte e siamo entrati in campo nervosi. Le vicende degli ultimi due giorni ci hanno un po’ segnati e abbiamo fatto fatica a fare il nostro calcio, la gara era fisica e da questo punto di vista loro sono più forti”.

Sull’espulsione

 “Sono curioso di vedere cosa reciterà il referto, non ho offeso nessuno e mancato di rispetto nessuno. Ho solo chiesto l’espulsione di Milinkovic-Savic. Mi va giù male questa cosa”.

Su Hysaj e Callejon

“Il settore di destra è formato da ragazzi cresciuti molto nella pulizia e nella velocità di idee. Hanno tolto un tocco e dato più pulizia, sono contento del fatto che sono due giocatori che sono cresciuti e danno l’impressione di migliorare ancora”.

Su Zielinski

 “E’ un giocatore con delle qualità assolute, le tirerà fuori al 100% quando nella testa gli entrerà la convinzione di quelle che sono le sue potenzialità, che ancora esprime a sprazzi. Potrebbe diventare uno dei giocatori più importanti d’Europa”.

Una fotografia della partita: l’l’azione del 4 a 1 o un’altra azione?

“Se devo scegliere A un certo punto volevamo far entrare Rog, vedevo la partita dall’alto e noi abbiamo avuto il possesso per quattro minuti. E’ questo che mi dà gusto. La squadra è sicuramente più matura e ha più certezze addosso, questo si vede da come riesce a soffrire in certi momenti della partita uscendone indenne. Anche stasera siamo partiti bene nei primi due minuti prima del gol, ma andare sotto con la Lazio è problematico. E’ venuto fuori un primo tempo sofferto”.

Per 8 volte siete andati sotto e 7 volte avete ribaltato la partita…cosa dice di questo dato?

“Che c’è più consapevolezza e maggiore cattiveria per ribaltare le gare”.

Sulla difesa composta per trequarti da ex dell’ Empoli: 

“La forza di un reparto non è il computo del valore dei singoli. Noi pensiamo al collettivo. Non avevo fatto caso che stasera avessero giocato tre ex Empoli in difesa, ma poi se in futuro me li vanno a prendere dal Barcellona va bene lo stesso”.

Sull’Europa League

“Vediamo domani o lunedì come usciamo da questa partita e quanti giocatori possiamo alternare. Al momento siamo limitati anche dal punto di vista numerico. Spero che l’infortunio di Chiriches sia una cosa da cui si guarisce rapidamente perché in questo periodo mi serve. Dal punto di vista mentale questa competizione deve essere il meno faticosa possibile”.

CONSIGLIATI PER TE