TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Giuffredi spegne le speranze del Napoli: “Veretout resta a Roma”

giuffredi veretout napoli

Calciomercato Napoli, l’agente Giuffredi parla di Jordar Veretout ed il rinnovo di Mario Rui e Di Lorenzo: firmato il nuovo contratto.

Ieri Jordan Veretout era a Napoli, lo conferma Mario Giuffredi agente del calciatore che a Radio Punto Nuovo precisa: “E‘ stato ieri a Napoli per ritirare un’auto che, dati i numerosi impegni di campionato, non ha potuto prendere prima. Non ho visto la partita di ieri, ma la Roma è una squadra forte. Certamente il giocatore deve fare delle sue valutazioni, lui non ha problemi a stare in questa squadra ed in questa città, ovviamente entrano in ballo altre dinamiche. Resta al 100% alla Roma“.

Giuffredi oltre che di Veretout è anche l’agente di Mario Rui e Di Lorenzo, esterni di difesa del Napoli che hanno “ieri hanno firmato il rinnovo di contratto. Mario Rui è una grande soddisfazione, negli anni ha dimostrato di essere importante per la squadra. Ad oggi ha acquisito grande credibilità all’interno dello spogliatoio. Di Lorenzo è stato un adeguamento ed un prolungamento, troppe critiche a De Laurentiis, ma in quanti avrebbero adeguato e prolungato il contratto ad un calciatore che ha già 4 anni di contratto? Lui non si è tirato indietro nei confronti del calciatore, è aperto al dialogo, non è da tutti fare quello che fa lui“.

Nella scuderia dell’agente c’è anche Hysaj, altro esterno basso: “Tutti vogliono che resti: Gattuso, Giuntoli e De Laurentiis. Sarà il prossimo discorso che affronterò con la società per capire quale strada prendere e capire se puntare su Elseid o puntare su un altro terzino. Faraoni? Se Hysaj non resta, è uno dei giocatori che piace al Napoli. Sepe? Merita uno step superiore al Parma, dove andrà, non lo so. Ma merita uno scenario maggiore“.

Chiusura dedicata a Barcellona-Napoli: “La stanno preparando al meglio e cercano di arrivare carichi. Sarà una partita strana, perché dopo un anno e mezzo di campionato, sono stremati. La voglia è la mentalità è quella di fare una grande impresa, ma poi bisognerà vedere nei 90′ cos’accade. Tema tattico? La partita ha due volti: un primo tempo con baricentro basso e ripartenze, il secondo tempo con il baricentro altro per cercare di essere quanto più tempo nella metà campo avversaria“.

Archivi