TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Gattuso ha trovato la quadra del Napoli: Come finirà il campionato di Serie A?

gattuso napoli serie a

Gattuso sembra aver trovato la giusta formula per il suo Napoli. La rincorsa alla zona Champions è cominciata. Il campionato di Serie A aspetta i verdetti.

Il Napoli di Gattuso sembra aver finalmente trovato la quadra giusta, il tecnico di Schiavonea crede nel sogno quarto posto. L’Atalanta però non molla, al vertice la Juventus allunga sulla Lazio, anche se gli errori arbitrali in alcuni casi sono stati determinati.

IL NAPOLI DI GATTUSO

La quinta vittoria consecutiva del Napoli in campionato, a cui va aggiunto il trionfo in Coppa Italia, ha molti significati importanti, spiega la redazione di rivista Undici. Il primo va ricercato nella (buona) prestazione della squadra azzurra nonostante il turnover di Gattuso, che rispetto al match contro il Verona ha sostituito sette elementi della formazione titolare.

Nonostante questi cambiamenti, il Napoli non ha sofferto scompensi, anzi grazie ad alcuni inserimenti – per esempio quello di Lobotka, più creativo e cerebrale nell’interpretazione del ruolo di regista davanti alla difesa rispetto a Demme – è sembrato maggiormente spigliato in fase offensiva.

Certo, magari la Spal di Di Biagio non rappresentava l’avversario più duro da battere, ma anche in questo senso la prestazione del Napoli è incoraggiante: proprio le partite contro squadre di qualità inferiore, soprattutto quelle al San Paolo, avevano fatto la differenza in negativo nell’arco di questa stagione a dir poco contraddittoria.

Contro la Spal, invece, la squadra di Gattuso non ha sbandato neanche dopo il pareggio (casuale) di Petagna, anzi ha subito ripreso il controllo della gara e avrebbe pure meritato un risultato più ampio.

Buoni anche gli ingressi di Younes e Lozano nella ripresa. Insomma, la sensazione è che Gattuso abbia trovato le chiavi per riportare il Napoli ai suoi livelli, o quantomeno per infilare una striscia di risultati in linea con il valore (alto) della rosa.

La classifica dice che l’Atalanta – prossima avversaria degli azzurri – è lontana dodici lunghezze, ma questo ampio distacco va fatto risalire ai disastri di inizio anno, agli equivoci tra società, allenatore e giocatori.

Tutte situazioni risolte da Gattuso attraverso un lavoro intelligente, che è partito dal campo ma ha finito per rendere di nuovo unito l’ambiente partenopeo, dentro e intorno alla squadra, alla società. Il miglior viatico per progettare il futuro.

ATALANTA – NAPOLI LE QUOTE DEI BOOKMAKER

Par aiutarvi nelle scommesse sicure vi proponiamo le quote dei bookmaker sulla partita Atalanta Napoli. Una Champions League da centrare per il secondo anno consecutivo ed una striscia positiva da confermare, fatta di cinque vittorie in campionato, con la preziosa aggiunta del successo in Coppa Italia. Questa è la copertina di Atalanta-Napoli, match in programma giovedì 2 luglio 2020 alle ore 19.30 e valido per la 29ª giornata di Serie A.

Per una strategia vincente in ambito scommesse è molto importante analizzare i dati. Atalanta-Napoli è una sfida che promette grande spettacolo, con i padroni di casa dati favoriti dalle maggiori agenzie di scommesse. Gli orobici, anche per celebrare al meglio le 400 panchine di Gasperini in Serie A, vogliono continuare la loro corsa in questo finale di stagione, con l’1 fissato a 2,13. Più alto, invece, il pareggio: 3,65. Il successo esterno del Napoli, che ha vinto nelle ultime quattro trasferte di campionato, è a 3,35.

Una In due occasioni, ha centrato anche il “clean sheet”, un dato che, malgrado la capacità offensiva nerazzurra, mantiene la quota No Goal a 2,63. L’Atalanta, di contro, può fare affidamento sulla cabala, essendo imbattuta (un successo ed un pareggio) nelle ultime due sfide contro il Napoli. Una vittoria bergamasca senza subire gol, in ogni caso, è data a 4,60.

In un sistema scommesse sicuro, è consigliabile sempre affidarsi alle migliori agenzie e siti di Betting.

IL RINNOVO DI MILIK

Gli scommettitori possono anche cimentarsi con le quote relative al calciomercato. La situazione di Milik al Napoli è sempre più in bilico. L’attaccante polacco, arrivato all’ombra del Vesuvio nel 2016 dall’Ajax, ha attirato l’attenzione di diversi club grazie alle ottime prestazioni recenti (vedesi la vittoria in Coppa Italia) ed al rinnovo che sembra non arrivare più. Oltre all’ipotesi di una sua permanenza a Napoli ed all’inserimento della Juventus, anche secondo i betting analyst è spuntata una possibile outsider: la Roma.

Pochi giorni fa è nata l’idea di uno scambio con il club capitolino, probabilmente derivato dalle difficoltà economiche dei giallorossi che hanno rinnovato il contratto a Dzeko un anno fa a 7,5 milioni netti. Ora, senza gli introiti della Champions per il secondo anno di fila, quello stipendio potrebbe diventare insostenibile per le casse romaniste. Per questo gli stessi intermediari starebbero lavorando nell’ombra per cercare una nuova sistemazione al bosniaco.

All’eventualità, spiega Agipronews, ci ha creduto anche Snai che quota un possibile passaggio di Milik in giallorosso a 20,00. Un trasferimento surreale ma possibile dopo le ipotesi Juve e Atletico Madrid (che si sarebbe interessata negli ultimi giorni mettendo sul piatto un ricco ingaggio), offerte rispettivamente a 3,50 e 7,50.

COME FINIRÀ LA SERIE A?

Il massimo campionato italiano ha due protagoniste nella lotta scudetto: La Juventus e la Lazio, più defilata l’Inter.  Ma come finirà la serie serie A? La Juventus dopo anni di netto predominio in Italia e di grandi prestazioni in campo europeo (con due finali di Champions League sfumate contro Barcellona e Real Madrid), quest’anno i bianconeri sembrano arrancare.

A confermarlo, c’è la quota a 2,75 per l’esonero entro il 31 agosto di Maurizio Sarri, che mette bene a nudo i problemi nati in questa folle stagione. Se è vero che la Serie A vede la Juventus capolista a +4 sul secondo posto occupato dalla Lazio, va però ricordato come i bianconeri abbiano fallito i primi due trofei stagionali (Supercoppa italiana e Coppa Italia), venendo sconfitti proprio da Inzaghi e i suoi e poi dal Napoli. Questo, unito alla sconfitta nell’andata degli ottavi di finale di Champions League (1-0) in casa del Lione, mettono Sarri sotto stretta osservazione. A fine agosto in casa Juventus si tireranno le somme ed a pagare potrebbe essere proprio il tecnico.

Archivi