ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Dal Messico contro Gattuso: “Fuori Lozano? E’ un uomo morto”

haters contro gattuso per esclusione lozano

Gennaro Gattuso ha cacciato dall’allenamento Lozano ed attraverso i social dal Messico lo minacciano: “Non venire qui, sei un uomo morto”.

Lozano allontanato da Gattuso in allenamento, i tifosi: “Se viene in Messi è un uomo morto“. Sono i commenti che appaiono sul web dopo la decisione del tecnico del Napoli di cacciare dall’allenamento l’attaccante messicano, accusato di scarso impegno. Nel recente passato era accaduto anche con Allan, escluso dal match con il Cagliari perché non si era impegnato durante la settimana. Con il brasiliano tutto si concluse con le scuse del calciatore al tecnico, ora bisognerà capire cosa accadrà con Lozano che praticamente Gattuso non ha mai tenuto in considerazione dal suo arrivo a Napoli. Intanto dal web, come riportato da FanPage.it sono tanti i commenti contro Gattuso, gli utenti dei social sono impazziti di rabbia dopo aver letto della decisione dell’allenatore dei partenopei.

Gattuso esclude Lozano, minacce dal Messico

In Olanda era un dio mentre adesso si confermano i problemi con questo direttore tecnico” scrivono alcuni utenti sul web attaccando Gattuso, che addirittura viene definito un “allenatore in confusione“. La rabbia parte del Messico per l’esclusione di Lozano dall’allenamento da parte di Gattuso. Tra i commenti si legge anche chi patteggia per la Juventus, che “sicuramente darà una lezione al Napoli“. C’è chi scrive invece che Gattuso è un “topo di fogna” ed altri che commentano: “Gli sta rovinando la carriera, è spazzatura“. Molti utenti vedono Lozano dal Napoli: “Meglio se va a giocare a Valencia oppure a Lione“.

Insomma la rabbia contro il tecnico del Napoli abbonda, ma c’è da dire che Lozano ha fatto poco e nulla per mettersi in evidenza. Già con Ancelotti, tranne qualche raro spunto, non aveva dimostrato grandissime qualità, nonostante venisse chiamato in causa molto spesso. Con Gattuso, invece, lo spazio a sua disposizione è stato minimo.

Archivi