Alvino: “Elif Elmas arriva in Italia domani. Mercoledi sarà a Dimaro”

Alvino: "Elif Elmas arriva in Italia domani. Mercoledi sarà a Dimaro"

Alvino annuncia che Elmas arriva in Italia domani. Al Fenerbahce  andranno 16 milioni di Euro.  Mercoledì raggiungerà Ancelotti a Dimaro.



Risolti gli ultimi dettagli, per Elif Elmas, il giocatore andrà al Napoli per 16 milioni più bonus e  non ci sarà una percentuale riconosciuta al Fenerbahce in caso di futura cessione.

Carlo Alvino dal ritiro del Napoli a Dimaro in val di sole annuncia che il Elmas sarà in Italia domani:

“Elif Elmas arriva in Italia domani. Potrebbe essere a Dimaro tra domani sera al massimo dopodomani”.

Elmas ha 19 anni e il curriculum del predestinato. A 16  ha giocato la sua prima partita da professionista col Rabotnicki, una delle squadre di Skopje, la sua città natale; nel 2017, quando aveva ancora 17 anni, è diventato il più giovane esordiente della Nazionale macedone.

Date le sue origine turche, la federazione, su suggerimento di Fatih Terim, ha fatto pressione perché accettasse la convocazione per la Nazionale turca, Elmas però ha rifiutato.

Qualche mese fa era stato vicino all’Inter: in Turchia si diceva che l’affare fosse praticamente chiuso, poi non se ne è fatto più niente.

Pandev, che Elmas indica come suo idolo, era stato addirittura chiamato da Marotta per avere qualche referenza.

Per descrivere la precocità di Elmas basterebbe dire che a neanche 20 anni ha già quasi 100 presenze tra i professionisti e 13 gol.



Stiamo parlando, quindi, di un giocatore grezzo e da modellare nella forma che Ancelotti vedrà come più adatta a lui.

Elmas è il tipo di giocatore per cui vale la pena entusiasmarsi senza scervellarsi troppo sulla sua utilità, passando l’estate a guardare le sue compilation su YouTube, i suoi dribbling di suola, le sue rulete, nella speranza che non si riducano a un sogno di mezza estate.

Altre storie
Napoli, tra James e Lozano, potrebbe arrivarne uno. Albiol in bilico...
kiss kiss Napoli: “James e Lozano, potrebbe arrivarne uno. Albiol in bilico…”