Calcio Napoli e cultura Napoletana

CdS Ecco le strategie del Napoli per arrivare al top.

Le strategie del Napoli arrivare al top in tre mosse. Giuntoli ha individuato le tre mosse per rinforzare la rosa.

Scrive il cds

Le strategie del Napoli

NAPOLI- Il diesse Giuntoli ha individuato i tre ruoli per rinforzare una rosa che ha bisogno soltanto di qualche ritocco per arrivare al top.  Il Napoli è una squadra  seriamente  complicata da rinforzare.

Si può arrivare al top

E’ un mercato atipico, difficile e persino complicato: Cristiano Giuntoli e del suo staff hanno avuto varie tappe:  L’Italia, il Belgio, l’Olanda, la Spagna, la Francia, ma anche un po’ di Slovenia e il mercato dell’Est in generale, quello dal quale già il Napoli ha attinto appena dodici mesi fa. Il Napoli ha bisogno di poco per arrivare al top.

Tre mosse

  1. Alternativa  Callejon. Ci vorrebbe un clone, un altro José Maria Callejon, che però non c’è, non si trova, neanche in vaghe somiglianze tecnico-tattiche: dunque bisognerà industriarsi a costruirgli l’eredita: Adam Ounas ha l’età ideale (21) ma pure un contratto che lo blinda al Bordeaux, con il quale (ovviamente) bisognerà andare a chiacchierare. Bertrand Traoré (22 a settembre) ha spopolato nell’Ajax, ma appartiene al Chelsea e Giuntoli ha intuito che dovrà farsene una ragione. Poi c’è anche la Spagna, ovvio: Inaki Williams (23 a giugno) dell’Athletic Bilbao rimane sul carrozzone, che va avanti da sé…
  2. Esterno. Serve un esterno basso, preferibilmente di destra, meglio ancora se in grado di esprimersi anche a sinistra. Il nome è quello di Thomas Foket (23 a settembre) ha lasciato intravedere pure in questa stagione con la maglia dello Gent, in cinquanta presenze e la quarta stagione da titolare. Foket non è mai sparito dai radar di Giuntoli, che in Belgio manda spesso i propri osservatori. La corsa per occupare la fascia è cominciata da un bel po’ e comprende (chiaramente) l’atalantino Conti (24), il friulano Widmer (24).
  3. Portiere.  Pepe Reina: un anno ancora di contratto, poi si vedrà cosa accadrà. I nomi più gettonati sono: Rok Vodisk (18) – l’erede di Handanovic – dell’Olimpia Lubiana è piaciuto, anche parecchio a Giuntoli. Il friulano Meret (20 appena compiuti), destinato comunque a restare ancora un anno con la Spal. Szczesny (27), romanista dell’Arsenal ch’è intrigato dal ritorno in Premier League; ma in Polonia il Napoli sembra aver messo radici e Skorupski (26 appena compiuti) ha cominciato a guadagnare consensi. Da valutare: Oreste Karnezis e Mattia Perin (25 a novembre) se dovesse recuperare – rapidamente – varranno le relazioni redatte poco prima dell’infortunio.

 

CONSIGLIATI PER TE