Gattuso critica il Napoli: “Troppo passivi, dobbiamo aggredire gli avversari”

gattuso lecce napoli

Gennaro Gattuso parla dopo il 3-2 subito in casa con il Lecce. Secondo il tecnico il “Napoli è stato troppo passivo, non c’è stata aggressività”.

Il Lecce vince contro il Napoli al San Paolo, ennesimo passo falso della squadra di Gattuso che a Sky al termine della sfida con i salentini dice: “Non possiamo giocare solo per trenta minuti e puntare tutto e solo sulla tecnica. Non possiamo prendere gol con otto giocatori in difesa, la fase passiva deve migliorare tantissimo, non ne possiamo fare bene solo una”. Il tecnico del Napoli critica la sua squadra: “Dobbiamo crescere moltissimo, non possiamo essere così passivi”. Gennaro Gattuso è intervenuto anche sul fallo da rigore non concesso a Milik: “Dico solo che se c’è il Var si può andare a guardare, non fa male a nessuno. Si perde al massimo qualche minuto in poi si può recuperare”.

Gattuso: “Manca cattiveria”

Secondo Gennaro Gattuso, che parla al termine della sconfitta al San Paolo con il Lecce, la squadra manca di “cattiveria e pressione”. Nemmeno la presenza di oltre 40mila tifosi al San Paolo ha dato la carica giusta agli azzurri: “Ci dispiace tantissimo soprattutto per questo. Ci siamo dati un’altra mazzata da soli. Dobbiamo migliorare proprio in questo” ha sottolineato il tecnico dei partenopei. Per Gattuso il Lecce troppo spesso ha avuto la possibilità di palleggiare: “Non è possibile farglielo fare sempre, dobbiamo essere più aggressivi e andare a prendere gli avversari subito senza che creino gioco”. Il tecnico ha criticato soprattutto la mentalità del Napoli, la stessa che aveva criticato dopo la sua prima partita sulla panchina del Napoli. Dopo le tre vittorie consecutive qualcosa sembrava cambiato, invece con il Lecce la squadra azzurra ha fatto più di un passo indietro. “In settimana rivedremo la partita, farò vedere cosa abbiamo sbagliato. Dobbiamo assolutamente migliorare nelle due fasi”.

 

Archivi