Callejon e Milik volano più alti dell’aquila laziale e levano al cielo l’urlo del San Paolo

Il “buitre” di Moril e l’Arcangelo Arek.


Di Bruno Marra

Callejon e Milik volano più alti dell’aquila laziale e levano al cielo l’urlo del San Paolo.

Vince il Napoli con la prima “banderilla” in campionato di Calleti e l’undicesima griffe stagionale di Arek. Josè, baciato dal tocco vellutato di Mertens, entra in area come un soffio di vento nelle romantiche notti d’inverno. Milik disegna un arcobaleno su una punizione che è un’opera d’arte.

Il bomber polacco rimanda in fotocopia la magia di un mese fa, quando dalla stessa mattonella illuminò Cagliari e tutta l’isola sarda. A corredo ci sono anche 2 pali di Arek e uno di Fabian Ruiz che se stasera avesse pure segnato, avrebbe introdotto in pagella i numeri elevati a potenza. Napoli bello, coraggioso, spettacolare, con cuore e cervello.

E da qui si riparte per un girone di ritorno splendente d’azzurro…