TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Koulibaly non è come Milik. Il difensore da una grande risposta ai critici

koulibaly milik

Koulibaly e Milik due giocatori differenti in campo e fuori. Il centrale senegalese contro il Parma da una grande risposta ai critici.

KOULIBALY CHE RISPOSTA AI CRITICI

Kalidou Koulibaly è stato tra i migliori in campo nella sfida contro il Parma. gli azzurri hanno sbancato il Tardini grazie a Mertens e Isnigne. L’ingresso a gara in corso di Osimhen ha cambiato l’economia della partita ma la difesa, grazie soprattutto a Koulibaly non ha mai corso pericoli.

Prima della gara qualche critico ha mosso dubbi sia sulla presenza di koulibaly sia sulla tenuta in campo: “Ormai è già mentalmente fuori dal Napoli“, “Koulibaly non può essere concentrato, ha la testa altrove“. Il centrale ha risposto sul campo dimostrando non solo un forte attaccamento alla maglia ma sopratutto che i giocatori non sono tutti uguali, Milik ndr.

Koulibaly, nonostante la brutta stagione appena trascorsa, l’unica della sua carriera giocata sotto tono, ha sempre palesato la sua voglia di restare a Napoli. Il senegalese ama la nostra città ed è fiero di indossare la maglia azzurra, le sue battaglie contro il razzismo sono l’emblema dell’uomo e del calciatore.

Paragonare Koulibaly a Milik è stato un grave errore di superficialità, uno dei tanti a cui i tifosi assistono quotidianamente in qualche vetusto salotto televisivo. Forse cambiare format gioverebbe a certe vecchie cariatidi, figlie di un giornalismo ormai superato. Il food potrebbe essere per loro una grande opportunità, perché non pensarci?

 

MILIK E KOULIBALY: TROVA LE DIFFERENZE

Milik, ha dimostrato una totale ingratitudine nei confronti di un club che lo ha aspettato, coccolato e protetto dopo i due infortuni. Il tira e molla per favorire la Juventus è un gesto che noi comuni mortali non possiamo tollerare.

Kalidou Koulibaly è uno dei migliori calciatori del mondo nel suo ruolo, un professionista serissimo, un atleta formidabile capace di fare la differenza. Dopo l’ottima prestazione col Parma anche Gattuso ha a palesato pubblicamente la speranza che Koulibaly resti.

Il tecnico Calabrese non ha convocato Milik, il polacco si auto isolato, si allena da solo a Castel Volturno, come il peggior Higuain, pronto ad accasarsi alla Continassa. Peccato che la Juve lo abbia sedotto e poi abbandonato, una trama degna del miglior Pietro Germi.

In ottica mercato, Aurelio De Laurentiis ha fissato il prezzo di Koulibaly. Il centrale andrà via per non meno di ottanta milioni. La prestazione di Koulibaly contro il Parma sembra voler dare ragione a De Laurentiis.
Questo Kalidou Koulibaly farebbe le fortune non solo del Napoli, ma di tutti i club.
Il Manchester City è fermo a 65 milioni più bonus. La sensazione è che nessuno a Napoli si strapperebbe i capelli se Kalidou restasse in Campania. Il Napoli con Koulibaly sarebbe certamente più competitivo.

A differenza di koulibaly, Milik e il Napoli sono arrivati allo scontro totale, l’attaccante polacco deve versare un milione di euro la club di De Laurentiis e non ha intenzione di farlo. Un vero e proprio stallo di mercato, che, complice il campionato già inziato, sta mettendo in difficoltà e creando problemi a tutte le parti coinvolte. La Roma, in primis. Milik, il cui rapporto col Napoli è oramai compromesso, ora si vede costretto a una disputa economica col club. Proprio per questo, la situazione sembra inevitabilmente destinata a risolversi entro pochi giorni, magari ore.

Kalidou Koulibaly e Arek Milik due uomini e due calciatori diversi in tutto: Cari critici ritentate.

Archivi