TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Il mercato può aspettare: a Napoli c’è fame di calcio

Il calciomercato del Napoli, come quello di altri club non decolla definitivamente. Ma i tifosi hanno fame di calcio giocato.

Il Napoli domenica alle 12.30 scende in campo a Parma per la prima giornata di campo. Possiamo dire finalmente. Si, perché mai come questa volta c’è una grande fame di calcio, quello giocato. Il mercato, la giostra dei sogni, gira a rallentatore. La società di Aurelio De Laurentiis ha sparato qualche colpo a gennaio: Petagna e Rrahmani non vanno dimenticati, poi ha fatto all in su Osimhen, nigeriano preso risolvere i problemi in attacco.

Ma in realtà di problemi ce ne sono ancora: a centrocampo manca qualcosa, Milik è prossimo alla cessione, mentre Koulibaly è bloccato. Il futuro di Maksimovic è in bilico e Giuntoli deve piazzare ancora molti giocatori. Vista così la situazione è da mal di testa. Ma il mercato è bloccato, i movimenti sono pochissimi ed anche i grandi club stanno facendo fatica, vedi Psg e Manchester City che hanno il freno a mano tirato sulla trattativa per Koulibaly.

Parma-Napoli: si torna in campo

E’ inutile girarci troppo intorno il Napoli potrebbe non fare grandi colpi di mercato, anzi vista la crisi tutte le società cerano di andare al risparmio perché il problema economico, causa covid, sarà ancora più accentuato nella prossima stagione. Con gli stadi chiusi, sarà per tutti complicatissimo far quadrare i conti.

Ecco allora che in sostegno dei tifosi arriva il calcio, quello giocato. Quando il pallone rotola le emozioni non possono essere soppresse, soprattutto quando in campo c’è quella maglia azzurra. Alla fine è quella maglia l’essenza dell’amore del tifoso. Quella maglia che continuerà a sostenere nonostante manchi un incontrista a centrocampo, nonostante non sia ancora comprato un esterno d’attacco o un mancino al posto di Ghoulam. Finalmente a Parma si torna a giocare. C’è curiosità, c’è fame di calcio.

Archivi