Calcio Napoli e cultura Napoletana

Sarri: ”Roma-Juventus? Questa sera la priorità è il mio cane Ciro. Contratto?Travisate le mie parole, il mio rapporto con ADL, nonostante qualche litigata pubblica è buono”

Maurizio Sarri, una volta giunta ai microfoni di Sky Sport, gli viene chiesto, dopo la bella vittoria ottenuta contro il Torino, se stasera guarderà Roma-Juventus:

”Stasera la mia priorità è Ciro e quindi se il cane ha fatto la sua passegiata bene, se non l’ha fatta bene io lo porto fuori, visto che in questi giorni mia moglie non c’è stata. Visto che lui è un ex randogio è abituato a girovagare per ore, quindi è difficilmente riconducibile a casa se si porta fuori”

Sulla partita

”La partita sembra semplice da commentare visto il risultato finale, ma fino al goal del 2 a 0 è stata una partita combattuta. Noi abbiamo fatto qualcosa in più, ma ci sono stati dei momendi dove eravamo in difficoltà. Dopo il raddoppio è venuta fuori la nostra forza, forse dovuta dagli obbiettivi stagionali, che il Torino, nonostante sia una grande squadra, non ha.”

Sulle parole di ADL sul contratto

“La conferenza è iniziata con un ringraziamento al Presidente. Ad Empoli mi facevano tutti i complimenti, ma poi il coraggio di darmi una squadra forte è stato lui. Io ho poi espresso un mio obiettivo personale. La mia famiglia ha fatto tanti sacrifici, se ho la possibilità questo è un mio obiettivo personale. Non vedo cosa c’entra De Laurentiis. Il prossimo contratto, me lo può fare anche un cinese, uno di Abu Dhabi. Mi scadrà un contratto prima o poi. Il presidente sa che con me può stare tranquillo. Fra me e Aurelio il rapporto è buono, nonostante qualche litigata pubblica. Con me deve stare molto sereno. Se il presidente ha questo desiderio dobbiamo litigare per il rinnovo contratto, non prima dell’adeguamento”.

Il Napoli sembra avere giocatori che hanno il piacere di giocare a calcio.

“Questo è un gruppo con qualità tecniche, hanno il gusto del bel gioco. Si vede che si divertono in campo. Toccano tanti palloni e si divertono. Chi si diverte e diverte, ha più possibilità di vincere la partita e può esprimere il massimo delle qualità. Il nostro modo di giocare ha un confine sottile tra l’essere efficaci e leziosi, noi l’abbiamo varcato in più di un’occasione”.

CONSIGLIATI PER TE