TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

lo sai perché ‘O Cantero viene soprannominato Zi Peppe ?

‘O Cantero , pitale o vaso da notte in italiano: Era l’oggetto più usato nel Regno Borbonico. I Napoletani lo Soprannominarono Zi peppe  a causa di un regalo Reale!

Di Gino Campolongo

Cantero

‘O Cantero Altro oggetto che oramai non si usa più è il “Cantero” ossia il vaso da notte che prima si usava nelle nostre case. Passò dall’essere l’oggetto più usato nel Regno a “soprammobile” con l’avvento della moderna realizzazione dei Water; Oggi giorno ancora viene usato … nella sua forma moderna … per abituare i bambini piccoli all’uso del vero e proprio “vaso”.

Pitale

‘O Càntero, in italiano “pitale”, proviene dal latino canthărus, e dal greco κàνταροσ, kántharos, ‘coppa’ curva ( Kant); ed era appunto una grande coppa con uno o due manici su cui ci si sedeva per espletare i proprio bisogni fisiologici; vi era attorno ad esso tutto un particolare arredamento, in primis … era sempre “nascosto” in un mobiletto/colonnina … antesignano del comodino … al lato del letto per potere essere subito preso comodamente anche di notte; oltre a ciò … nel tempo … fu oggetto di particolari studi di “design” , fu disegnato in mille modi … il fondo bianco della ceramica fu decorato in mille maniere … ma alla fine … come dice il detto napoletano … “ sempe nu’ cessò era !” Ed infatti oggi questo termine viene usato per indicare un uomo di poca considerazione, di poco valore.

O’ Cantero o Zi Peppe?

In ultimo voglio raccontare che un aneddoto su questo oggetto che riguarda l’amato Re Ferdinando IV di Borbone poi Ferdinando I delle Due Sicilie; infatti divenuto re a soli 9 anni, pare che … ancora bambino … ricevesse i suoi sudditi facendosi trovare seduto sul cantero; non solo … pare che questa “usanza” l’abbia conservata anche in età adulta. Addirittura si racconta che suo cognato, il fratello della moglie Carolina, il futuro imperatore Giuseppe d’Asburgo gli regalò tra i doni di nozze un lussuoso cantero racchiuso in una raffinata colonnetta di legno.

Ferdinando accettò a denti stretti il dono ma per tutta ripicca soprannominò l’oggetto “Zi Peppe” ( ricordiamoci che Ferdinando fu il primo Borbone nato a Napoli per cui parlava Napoletano); da allora in poi … il secondo nome del Cantero fu appunto “Zi Peppe”!

Archivi

Bernvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.