Di Lorenzo centrale e Allan regista: il Napoli prova l’impresa

Il Napoli prova a fare l’impresa contro la Lazio. Gennaro Gauttoso dovrà puntare ancora su Di Lorenzo centrale e Allan da regista. 


Aspettando Stanislav Lobotka e Diego Demme il Napoli deve fare di necessità virtù, concetto ribadito da Gennaro Gattuso in conferenza stampa. La sfida con la Lazio sarà l’ultima senza un regista o metodista di ruolo. Lobotka e Demme sono già virtualmente azzurri, anche se manca l’annuncio ufficiale. Per lo slovacco oggi ci saranno le visite mediche, mentre il tedesco di origini italiane deve superare gli ultimi ostacoli burocratici. Entrambi potrebbero andare all’Olimpico a vedere la partita Lazio-Napoli, poi lunedì direzione Castel Volturno per il primo allenamento con la squadra. Intanto con i biancocelesti sarà di nuovo problema a centrocampo con Gattuso che ha scelte obbligate ed il dubbio regista. Allan o Fabian Ruiz? Dalle ultime prestazioni dello spagnolo e dalle parole del tecnico del Napoli, si intuisce che il designato sarà proprio il brasiliano.

Emergenza difesa: tocca a Di Lorenzo

Lazio-Napoli sarà una partita nella partita, con il derby personale di Kostas Manolas con i biancocelesti. Il difensore ex Roma è un perno fondamentale anche a causa dell’assenza di Koulibaly. All’Olimpico avrà come partner di difesa ancora Giovanni Di Lorenzo, il terzino adattato centrale in nome dell’emergenza difesa. I due dovranno fronteggiare Immobile e Caicedo, con l’attaccante napoletano che fino ad ora ha messo a segno ben 19 gol in campionato. Il Napoli proverà a difendere le statistiche positive facendo continuare il tabù per Simone Inzaghi, che ha tradizione nettamente negativa con la squadra azzurra e Rino Gattuso. Questa volta, però, Inzaghi parte favorito sia per la classifica, sia per la solidità mentale e tattica della sua squadra. Tranne Correa non ci sono grandi problemi per il tecnico dei bianconcelesti, mentre il Napoli deve fare i conti con assenze anche in attacco.

Mertens out, Lozano non convince

Il Napoli con la Lazio avrà non solo il centrocampo obbligato, ma anche l’attacco. Amin Younes non è stato convocato per la febbre, Dries Mertens si cura ad Anversa. Il peso dell’attacco partenopeo viene scaricato tutto su Callejon, Milik e Insigne. I tre hanno trovato un gol ed una buona prestazione contro l’Inter, ma serve qualcosa in più. Soprattutto da Lorenzo Insigne ci si attende quella giocata risolutiva, il colpo del campione che può cambiare le sorti di una gara e di una squadra. E’ un peso ‘tremendo’ che porta il capitano azzurro, un peso che può compensare solo con la sua tecnica, quella che deve mettere in mostra, magari oggi all’Olimpico con la Lazio. Pronti ad entrare ci sono Hirving Lozano e Feranando Llorente, con il messicano che deve dimostrare solidità e concretezza altrimenti con Gattuso giocherà sempre molto poco: nonostante i 50 milioni spesi in estate.