Calcio Napoli

Milan furioso con Massa: si farà sentire, ma una clip inchioda i rossoneri

I rossoneri sono ancora convinti di aver subito un torto con il Napoli

Il Milan è ancora furioso per il gol annullato a Kessie contro il Napoli, a causa del fuorigioco di Giroud, pronto a protestare in sede istituzionale. Secondo quanto riferisce Gazzetta dello Sport dalle parti di Milano non hanno ancora smaltito la delusione, il club rossonero è convinto di aver subito un torto arbitrale nonostante Trentalange, presidente dell’Aia abbia chiarito la situazione sul gol annullato. Anche i tifosi rossoneri sono furiosi con Massa per il gol non convalidato a Kessie contro il Napoli.

Il Milan è pronto a farsi sentire in sede istituzionale. Ecco quanto scrive Gazzetta dello Sport: “Il Milan, ieri, ha deciso di non pronunciarsi in dichiarazioni ufficiali ma questo non significa che la rabbia sia svanita o, ancor più, affievolita. La posizione del club è quella espressa da Stefano Pioli a fine gara, posizione scaturita da un confronto con la società che probabilmente si farà sentire nelle sedi opportune e, forse, pubblicamente nelle prossime ore“.

var gol annullato milan
Gol annullato al Milan per fuorigioco di Giroud.

Gol annullato: ecco perché il Milan ha torto

Intanto da Milano, sponda Milan, sembra che nessuno voglia vedere quanto è accaduto veramente. Basterebbe guardare il fallo di Giroud commesso su Juan Jesus, per mettere fine alle polemiche. Il fallo è netto e non si capisce perché il Var nemmeno lo prenda in considerazione. Forse queste polemiche fanno bene a qualcuno, non si capisce, perché bastava segnalare quel fallo per mettere fino ad ogni contestazione.

Inoltre il fuorigioco di Giroud è altrettanto netto, perché ostacola Juan Jesus, preoccupato dalla presenza del giocatore milanista. A confermarlo non è solo Trentalange ma anche giornalisti ed altri esperti di moviola.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.