Classifica senza errori arbitrali

Serie A, la classifica senza errori arbitrali della XI giornata

La classifica senza errori arbitrali della XI giornata di  Serie A. Gli errori degli arbitri hanno inciso sul torneo

Gli errori degli arbitri e del Var stanno riscrivendo la classifica del campionato. Ziliani e De Laurentiis parlano di nuova calciopoli, se non è cosi poco ci manca.

Gli errori sui falli di mano e i rigori negati dalla tecnologia o dai fischietti in campo hanno riscritto la classifica.

Analizziamo insieme gli errori dell’undicesima giornata di serie A e vediamo come cambia la classifica del campionato italiano:

CLASSIFICA SENZA ERRORI ARBITRALI XI GIORNATA SERIE A

Disastro totale. Con Nicchi e Rizzoli che continuano a giocare a nascondino, sarebbe almeno opportuno un intervento del presidente federale sull’ulteriore débâcle arbitrale nel giro di appena quattro giorni.

Nell’ennesima giornata caratterizzata dall’uso e disuso del VAR paiono proprio una beffa i due rigori subiti dal Napoli a Roma per i falli di mano. Rocchi sembrava un cavaliere della Tavola Rotonda quando si è affrettato al monitor e poi lancia in resta ha indicato il dischetto del rigore per mani di Callejon.

Stessa scena si era già vista anche con il mani di Zielinski in Fiorentina – Napoli. Pare proprio che con il Napoli vige un altro protocollo VAR sui falli di mano e tanto altro, specialmente quando ciò capita nelle aree avversarie. Penalizzate Bologna, Torino e Atalanta.

Bologna – Inter 1 – 2, La Penna (Valeri).

Subito in campo dopo Spal – Napoli, passando come IV Uomo fra i disastri di Juventus – Genoa, La Penna fa infuriare anche il Bologna per l’incredibile rigore assegnato al 90’ contro i felsinei. Dopo il volo carpiato di Ronaldo, ci riprova con successo anche Lautaro.

Torino – Juventus 0 – 1, Doveri (Maresca).

Continua a giocare un campionato a parte la Juventus, con regolamenti arbitrali personalizzati e anche stavolta non mancano le proteste per l’arbitraggio di Doveri a quattro giorni dei disastri visti in Juventus – Genoa.

Rimasto ancora impunito un mani evidente di De Ligt. Stavolta anche la Gazzetta dello Sport ha cominciato a dubitare della bontà di certe decisioni arbitrali. “Meglio tardi che mai”, recita un vecchio adagio.

Sbaglia Doveri e Maresca al VAR? Nella stessa azione c’è anche l’evidente fallo di Bonucci di Belotti. Doppio il rigore negato ai granata. Doveri sbaglia molto anche sul piano disciplinare.

Tralasciando anche il cartellino giallo per Ronaldo nel contatto con Izzo, il confronto Bonucci – Doveri per l’ammonizione di Bernardeschi sta ancora facendo il giro del web.

Atalanta – Cagliari 0 – 2, Abisso (Orsato).

Meno fortunata della Juventus è l’Atalanta di Gasperini. In virtù di quella storiella che vuole la compensazione degli errori arbitrali a fine stagione, gli orobici pagano anticipatamente pegno dopo il fortunoso pareggio di Napoli.

L’espulsione di Ilicic e quella mancata di Lykogiannis condizionano la partita di Bergamo, con i locali costretti a giocare in inferiorità numerica per più di un tempo.

Al 39’ Abisso espelle Ilicic per un calcetto in reazione a Lykogiannis, ma si dimentica di ammonire il giocatore sardo per il fallo commesso.

Lykogiannis era già stato ammonito per fallo su Castagne al 25’e meritava di lasciare il campo insieme all’avversario.

ECCO LA CLASSIFICA SENZA ERRORI ARBITRALI

Classifica reale Classifica senza errori
Juventus 29 Inter 25 -3
Inter 28 Napoli 24 +6
Roma 22 Lazio 23 +2
Atalanta 21 Atalanta 22 +1
Cagliari 21 Cagliari 22 +1
Lazio 21 Roma 22
Napoli 18 Juventus 19 -10
Fiorentina 16 Fiorentina 16
Verona 15 Verona 16 +1
Parma 14 Bologna 14 +2
Milan 13 Parma 13 -1
Udinese 13 Milan 12 -1
Bologna 12 Udinese 12 -1
Torino 11 Genoa 9 +1
Lecce 10 Lecce 9
Sassuolo 10 Sassuolo 9
Genoa 8 Torino 9 -2
Brescia 7 Spal* 7
Spal* 7 Brescia 6 -1
Sampdoria* 5 Sampdoria* 5

* Sampdoria e Spal una gara in meno.

Riproduzione consentita con citazione della fonte: www.napolipiu.com

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.