Repubblica – Inter-Llorente, il sogno Ibrahimovic non è ancora finito

Inter Llorente sogno ibrahimovic
Ultimo aggiornamento:

Inter-Llorente è oramai più di una suggestione. Lo scambio con Politano è già nel vivo. Il sogno Ibrahimovic resta in piedi, lo riporta Repubblica.

 

Le trame del calciomercato sono lunghe e piene di colpi di intrighi. Il sogno Ibrahimovic sembrava accantonato ma si potrebbe riaprire in maniera sorprendente.
Inter-Llorente
è quel passaggio necessario per per riaccendere le speranze dei tifosi del Napoli, ma anche del presidente Aurelio De Laurentiis che aveva fatto capire come la questione Ibra fosse un discorso chiuso. Mai dire mai, perché il mercato, anche quello di gennaio, può riservare sorprese, soprattutto ad una squadra che ha bisogno di ritocchi di qualità ma anche con una mentalità forte come quella dello svedese.

 

Sogno Ibrahimovic – Zlatan non ha ancora deciso se continuare a giocare, scegliere il Milan o puntare altre squadre. E’ oramai chiaro che una delle sue priorità è quella di vestire la maglia azzurra, quella che gli può regalare ancora una volta l’accesso alla Champions League, una sorta di ossessione per lo svedese.  La voglia di affrontare la sua ex squadra, il Barcellona è ancora più affascinante dato che Ibracadabra era andato al Barça per vincerla la Champions, ma con gli spagnoli non è mai scattata la scintilla. Così il Napoli è alla finestra, pronto a sfruttare l’occasione qualora si dovesse presentare.
A favorire l’operazione ci sarebbe il passaggio di Llorente all’Inter. Lo scambio con Politano è pronto ad entrare nel vivo a campionato fermo. La prossima settimana Giuntoli e Marotta intensificheranno i rapporti, c’è la volontà di chiudere perché Politano fa comodo al Napoli e Llorente ai nerazzurri. Questo potrebbe riaccendere la trattativa di Ibrahimovic al Napoli, ovviamente il presidente Aurelio De Laurentiis e Cristiano Giuntoli dovranno anche capire se l’arrivo dello svedese possa in qualche modo minare la serenità di uno spogliatoio che già fatica a rialzarsi. La SSC Napoli ha un patrimonio da difendere che si chiama Arek Milik, bomber vero e forse troppo spesso bistrattato.