ULTIME NOTIZIE SU NAPOLI

Napoli, Mertens in dubbio. Gaetano provato da regista. Giocatori sfiniti dopo l’allenamento

mertens dubbio inter

Napoli, Dries Mertens, a 3 giorni dalla sfida con l’Inter è in dubbio. Out Maksimovic e Koulibaly, Fabian ci prova. Giocatori sfiniti dopo l’allenamento.

Mertens in dubbio per la gara contro l’Inter. La serata dell’Epifania non si preannuncia benevola per il belga. La formazione di Gattuso non arriva nel migliore nei modi alla sfida del San Paolo.

Non soltanto per la classifica, ancora deficitaria nonostante il colpo in casa del Sassuolo prima della sosta, ma anche per un’infermeria sempre troppo piena.
Molti azzurri rischiano di saltare la sfida contro la squadra di Conte, il Napoli ha emesso un bollettino nel primo pomeriggio, al termine dell’allenamento mattutino andato in scena a Castelvolturno.

NAPOLI DUBBIO MERTENS

Terapie per Maksimovic. Allenamento personalizzato per Ghoulam, Koulibaly e Mertens. Lavoro in palestra per Fabian che ieri ha avuto la febbre“.
I due quasi certi di saltare la sfida contro l’Inter sono Maksimovic e Koulibaly, il primo alle prese con una distrazione al bicipite femorale e il secondo con una distrazione al retto femorale.

Ma occhio anche a Mertens, vittima da qualche tempo di fastidi fisici e mai al meglio della condizione: nemmeno lui si è allenato in gruppo. Fabian Ruiz, invece, dovrebbe recuperare in vista di lunedì.

KOULIBALY CI PROVA

Kalidou Koulibaly, è ritornato ad allenarsi in campo, fermo da un mese per lo stiramento subito con il Parma. Il difensore senegalese ce la sta mettendo tutta per bruciare le tappe del suo recupero e proverà a sfruttare gli ultimi due giorni di allenamento che restano per convincere il suo tecnico a schierarlo tra i titolari contro l’Inter, lunedì sera al San Paolo.

GAETANO REGISTA E SQUADRA SFINITA

A centrocampo, in attesa di Lobotka, si candida Elmas, Gattuso ha provato davanti alla difesa il giovane Gaetano. Soluzioni di emergenza.

Durante l’allenamento Gattuso ha urlato e si è fatto sentire, Il tecnico è stato il primo a non risparmiarsi. Dà l’esempio, unico modo per diventare credibile subito. Contro l’Inter le brutte figure non piacciono a nessuno. I giocatori si sono impanati al massimo lasciando il campo sfiniti.
Tutta la squadra adesso chiede a se stessa il riscatto, si carica con il lavoro ma anche facendo leva sulle corde dell’orgoglio.

Archivi