La classifica senza errori arbitrali della 12 giornata di Serie A

classifica senza errori arbitrali della 12 giornata di Serie A

Ecco la classifica senza errori arbitrali della 12 giornata di Serie A.  Male Clavarese, per il Napoli e Mazzoleni per la Juve

Finalmente. Evidentemente non ci sbagliavamo perché ora non siamo più soli. E’ da tempo che NapoliPiù.com, anche attraverso la Classifica Virtuale, evidenzia l’inadeguatezza della classe arbitrale italica al campionato nostrano di calcio. Un plauso va anche alla Rai, a Franco Ordine e a Casarin.

Ancora una giornata nera per gli arbitri. VAR o non VAR, fanno quello che vogliono i campioni di Rizzoli. La settimana scorsa Rocchi sembrava Lancillotto che spronava il destriero per fischiare il mani di Callejon attaccato al corpo, ma contro il Genoa Calvarese si è fermato a metà campo e non è andato a vedere il gomito di Lerager che gli sovrastava il capo. Neanche Maradona l’avrebbe spuntata sui fuoriclasse di Rizzoli e Nicchi.

Incredibile il gol annullato al Lecce e gli straordinari rigori di Guida. Insieme al Napoli, al Lecce e al Brescia, paga pegno anche l’Atalanta. Insieme al Napoli penalizzata l’Atalanta, Oltre al Brescia e Lecce, penalizzato ancora il Napoli.

 ERRORI ARBITRALI 12  GIORNATA SERIE A

Male Maresca a Torino. Straordinaria l’impunità che gli arbitri consentono a Bonucci. Il difensore bianconero rimasto impunito anche la settimana prima per il plateale “faccia a faccia” con Doveri continua a rincorrere e protestare con l’arbitro quando questi ammonisce un proprio compagno di squadra.

Brescia – Torino 0 – 4, Guida (Nasca).

Guida stecca la quinta gara sulle cinque dirette. E’ un’impresa parlare di calcio e gesti tecnici ed atletici dopo la performance arbitrale di Brescia. Persino i supportes granata sono arrossiti per i rigori fischiati da Guida, dopo le tante “parate” di De Ligt rimaste impunite.

Napoli – Genoa 0 – 0, Calvarese (Chiffi).

Dopo la tripletta di Giacomelli, anche Calvarese concede il bis e sono ancora tre i rigori negati al Napoli in una sola partita. Il collaudato duo Calvarese – Chiffi (al VAR) non ha visto il fallo di Pajac su Callejon (37’), il gomito di Lerager ed il fallo su Di Lorenzo all’89’. Se non è rigore la “parata” di Lerager significa che il Napoli ha subito a Roma due rigori farlocchi.

Lazio – Lecce 4 – 2, Manganiello (Pairetto).

Come se non bastassero già le straordinarie incertezze sui falli di mano adesso dobbiamo anche fare attenzione quando si battono i calci di rigore. Tralasciando quanto accaduto in passato, come ci si comporta d’ora in poi in casi analoghi?

Sampdoria – Atalanta 0 – 0, Irrati (Di Paolo).

Sfortunata ancora l’Atalanta che dopo le fortune di Napoli è penalizzata per la seconda volta consecutiva. Gli orobici si vedono negare la superiorità numerica per la mancata espulsione di Ferrari e due minuti dopo restano in inferiorità numerica per l’espulsione di Malinovskiy.

Juventus – Milan 1 – 0, Maresca (Mazzoleni).

Male Maresca, era al VAR di Torino – Juventus della giornata precedente, sul piano disciplinare. Nel conteggio finale i rossoneri ricevono 5 ammonizioni per 10 falli fatti e i bianconeri se la cavano con un solo cartellino giallo per 13 falli fischiati contro.

Al 1′ è perdonato De Ligt per il duro intervento in tackle su Piatek. L’arbitro ritiene regolare l’intervento del bianconero e non l’ammonisce.

Al 39’ è perdonato Matuidi per la trattenuta su Paquetà che gli aveva portato via il pallone. Si rifà poco dopo Maresca nel giro di 5 minuti. Al 40′ è inflessibile con Krunic che prende nettamente il pallone e solo dopo tocca Bernadeschi. Al 44’ perdona Bernardeschi per fallo da dietro su Bennacer ma un minuto dopo (45’) ammonisce lo stesso Bennacer per una dubbia trattenuta a Higuain.

Al 50’ Matuidi sbraccia con Bennacer, c’è anche un colpo sul volto, ma non viene ammonito.

Al 56’ è ammonito Cuadrado e quando Bonucci protesta ripetutamente Maresca non prende provvedimenti disciplinare. Con Suso nel finale sarà altra musica. Al 73′ Pjanic, superato da Calhanoglu al limite dell’area, lo ferma fallosamente e non è ammonito. Pjanic scanserà ancora l’ammonizione più tardi per un fallo tattico su Bonaventura.

Al 77’ segna Dybala. All’80’ non ammonito Alex Sandro per fallo su Bonaventura in ripartenza.

Nel finale, in pieno forcing rossonero giungono altri 3 cartellini gialli per il Milan. All’88′ è ammonito Theo Hernandez per fallo su Dybala.

Al 90′ fa en plein Maresca con la doppia ammonizione per il Milan. Prima ammonisce Calhanoglu per un dubbio intervento su Alex Sandro e poi villosamente mostra il cartellino giallo anche a Suso al solo accenno di protesta.

CLASSIFICA SENZA ERRORI ARBITRALI 12  GIORNATA SERIE A

Classifica realeClassifica senza errori
Juventus32Inter28-3
Inter31Napoli27+8
Cagliari24Cagliari25+1
Lazio24Lazio24 
Atalanta22Atalanta23+1
Roma22Juventus22-10
Napoli19Roma22 
Parma17Fiorentina16 
Fiorentina16Parma16-1
Verona15Verona16+1
Torino14Bologna14+2
Udinese14Sassuolo13 
Milan13Udinese13-1
Sassuolo13Milan12-1
Bologna12Lecce11+1
Lecce10Genoa10 
Genoa9Torino10-4
Sampdoria9Sampdoria9 
Spal8Spal8 
Brescia7Brescia7 

Riproduzione consentita con citazione della fonte: www.napolipiu.com