Calciomercato Napoli

Il Napoli abbassa il tetto ingaggi: tre calciatori vicini alla partenza

Gli azzurri sono attivi sul calciomercato, ma Giuntoli deve anche sfoltire la rosa

Calciomercato Napoli, con la società di Aurelio De Laurentiis che vuole sfoltire la rosa di Spalletti oltre a fare qualche acquisto. L’obbiettivo del Napoli è oramai dichiarato: abbassare il tetto ingaggi. Attualmente la società paga circa 100 milioni di euro di stipendi ogni stagione, tanti, troppi secondo De Laurentiis. Anche da questo nasce il problema dei rinnovo di Insigne e Fabian Ruiz ad esempio.

Calciomercato: Olympiakos ancora interessato a Manolas.

Secondo quanto riferisce Corriere dello Sport il Napoli per gennaio è pronto a fare degli acquisti. Notizie di mercato confermate anche da Sky che fa i nomi dei giocatori vicini alla formazione azzurra. Ma la società di De Laurentiis deve mantenere sempre tutto in equilibrio, per questo motivo pensa anche ad alcune cessioni. Il primo giocatore a lasciare Napoli, già a gennaio, può essere Kostas Manolas. L’impiego del difensore greco, causa anche l’infortunio, è diminuito drasticamente. L’Olympiakos è ancora interessato a Manolas che ha un ingaggio da 4,2 milioni di euro a stagione. Cedere il difensore ex Roma sarebbe un ottimo colpo per il bilancio azzurro. Altro giocatore che può partire è Lobotka: il centrocampista slovacco è finito in un limbo. Ha cominciato bene la stagione, poi l’infortunio e la panchina, sovrastato da Anguissa. Senza Demme si è ritrovato di nuovo in campo da titolare, ma la sua prestazione in Europa League non ha convinto. Il dubbio più grande resta per Ghoulam, diventato oramai un fantasma sulla panchina del Napoli. Il club attende la sua rinascita, ma non può farlo in eterno, il contratto scadrà a fine stagione. Intanto Giuntoli continua a puntare Mandava, uno degli obiettivi principali del calciomercato dei partenopei.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.