Il mercato per ripartire, il San Paolo per sognare la Champions

San Paolo per sognare, mercato per ripartire
Ultimo aggiornamento:

Il mercato per ripartire, il San Paolo per sognare. Si potrebbe chiamare così il film del nuovo Napoli di De Laurentiis a cui serve un regista.

 

E’ inevitabile ammettere che per il Napoli è necessario agire sul mercato. La squadra è sguarnita in un paio di punti chiave: serve un regista a centrocampo, serve un sostituto di Ghoulam se l’algerino non è più in grado di scendere in campo.
Al Napoli manca anche il San Paolo per sognare. I risultati negativi, l’ammutinamento della squadra, le regole asfissianti, gli acquisti roboanti decantati, annunciati tramite locandine di film e mai veramente conclusi, insomma sono tanti i motivi che avrebbero potuto incidere sulla ‘disaffezione’ del pubblico azzurro per quello che è stato il tempio di Diego Armando Maradona. Eppure ora più che mai serve l’urlo dei cinquantamila per cominciare un nuovo ciclo, per spingere il cuore oltre l’ostacolo.

Un giorno all’improvviso

Serve il San Paolo per sognare, perché l’amore per la maglia azzurra, ne siamo sicuri, è sopito ma non è cancellato. Quello non si può mai cancellare, perché quando si sale per la prima volta la scaletta del San Paolo, magari con la mano stretta al papà, alla mamma o al fratello maggiore, quando per la prima volta si guarda il manto verde, la gente sugli spalti e quando si vedono le maglia azzurre scendere in campo e magari segnare un gol allora è quello il momento in cui il cuore di qualsiasi tifoso viene rapito…per sempre. Non importa che in campo ci siano i miti come Krol, Maradona, Alemao, Cannavaro, Hamsik, Lavezzi o giocatori come Mondini, Edmundo, Saber, Lacrimini e Russotto, l’importante è quella maglia azzurra.
Però ora al Napoli serve anche il mercato per ripartire, per far alimentare il sogno Champions, per riaccendere il sacro fuoco dei tifosi. Serve un regista che possa orchestrare questa fantastica avventura che riparte il 6 gennaio, quando arriva l’Inter al San Paolo.

Stadio San Paolo di Napoli

Il San Paolo per sognare ha bisogno di alimentare la propria passione, quindi anche la SSC Napoli deve fare un sogno. Regalare un colpo alla piazza, uno che riesca a far capire la volontà di guardare al futuro. Il mercato è fondamentale per ripartire, perché così com’è quel 4-3-3 di Gattuso è spoglio e con poche geometrie ed a lungo andare i difetti si noteranno in maniera evidente. Si parla di Torreira e Lobotka, ma serve anche altro, serve riconquistare il pubblico.

Archivi