ScommesseVarie-Calcio

I siti scommesse sono sponsor sicuri?

I siti scommesse sono sponsor del 70% delle squadre di calcio. In Italia e in Inghilterra questo è vietato.

Sponsor, i siti di scommesse sono un’opzione sicura?

Discussione accesa sui possibili sponsor della Società Sportiva Calcio Napoli. I siti di scommesse sponsorizzano il 70% delle squadre di calcio nel mondo. In Italia la situazione è differente.

Siti di scommesse e sponsorizzazioni calcistiche

Nell’eterno dibattito che porta a parlare di calcio e di sponsorizzazioni legate al calcio, quindi introiti ingenti, entrano a gamba tesa i siti di scommesse e colossi delle transazioni online con in testa Paypal.

 In molti paesi d’Europa, come Inghilterra e Spagna, i siti di scommesse sono stati proibiti come sponsor sulle magliette delle squadre di calcio. In Italia, dopo il Decreto Dignità del 2018 che regolamenta la pubblicità sul gioco su ogni mezzo di comunicazione, la questione è più viva e interessata che mai.

Tra gli sponsor societari della SSC Napoli spunta l’opzione siti di scommesse e si apre un coacervo di opinioni differenti. C’è chi sostiene, partendo anche da una fortissima incidenza del gioco nella regione Campania, che questa possa essere una soluzione redditizia.

In più, come facilmente verificabile su siti specializzati, i migliori siti di scommesse portano in dote collaborazioni con prestigiosi brand di transazioni online come Paypal. Negli ultimi anni, del resto, il gigante californiano si è affermato tra i grandi sponsor di NBA e NFL (meno appariscenti i suoi investimenti nel calcio, almeno per ora limitati alla Football Association delle serie minori inglesi).

Due club su tre hanno sponsor legati a scommesse sportive

Un’analisi ufficiale condotta da Global Lottery Monitoring System (GLMS) rivela che due squadre su tre che fanno parte dei campionati europei di calcio hanno come partner siti di scommesse sportive. Anche Eurolega di basket e l’Nba americana hanno accordi di sponsorizzazione con siti di scommesse onlineParliamo di un’analisi che ha messo sotto osservazione 188 club professionistici. E lo studio rivela anche un 50% di accordi con i bookmaker asiatici che coinvolge, secondo la UEFA, l’11% delle sponsorizzazioni europee.

Questa analisi è stata condotta, principalmente, per cercare di salvaguardare l’integrità dello sport sviluppando una forte responsabilità sociale. Si ricerca, poi, maggiore autorità e regolamentazioni atte a proteggere i valori sportivi. Proprio i bookmaker asiatici, che sono grandi appassionati di calcio europeo, sono diventati il fulcro del problema. Con l’entrata in vigore della Convenzione Macolin che è la Convenzione Internazionale sulla manipolazione delle competizioni sportive sono nate oltre 50 piattaforme nazionali nei 4 continenti. Il progetto è nato per sviluppare azioni coordinate che educhino, indaghino e prevengano il match-fixing con operazioni di controllo certosino da parte degli organi preposti.

 

L’Inghilterra dice no agli sponsor di scommesse sulle maglie

Come abbiamo già accennato in precedenza l’Inghilterra vieterà l’utilizzo degli sponsor di scommesse sulle maglie di calcio. La decisione già presa dal Governo inglese e che si concretizzerà entro il prossimo autunno.

 I vertici di governo, infatti, vogliono portare avanti la riforma del Gambling Act del 2005.

Tra i vari cambiamenti ci sono ricorsi legali per scommettitori lesi, restrizioni sulle scommesse online. E ancora, prelievo coatto dai conti del bookmakers per finanziare trattamenti atti a guarire la dipendenza dal gioco d’azzardo e il divieto di sponsorizzazione. Il provvedimento porterà la Premier League a perdere circa 110 milioni di sterline l’anno Carolyn Harris, parlamentare laburista, sostiene la questione sottolineando che in Gran Bretagna ci sono un milione e mezzo di giocatori problematici e la risoluzione del problema è impegno preciso del governo.

Campania: aumento record di scommesse

Il Napoli Calcio e il suo capitano Lorenzo Insigne sono, negli ultimi mesi, al centro di attenzioni varie. Dal cambio di allenatore agli acquisti del Presidente De Laurentiis ogni giorno si parla di trattative e di sponsorizzazioni.

 Argomento interessato diventa questo dei siti di scommesse che accettano Paypal per rimpinguare le casse societarie ma anche per un fenomeno tutto campano che è scoppiato in pandemia: la Campania è la regione in cui si scommette di più.   Sicuramente la Campania è una regione, tradizionalmente, legata alla cabala e al gioco del lotto ma, con l’avvento della pandemia, il gioco e le scommesse, complice anche lo sport visto da casa e non allo stadio, hanno avuto un boom senza precedenti. Interessante, rispetto agli anni precedenti, una regolamentazione ferrea che permette al giocatore di poter scommettere in tranquillità, in completa sicurezza. Infatti l’utilizzo di un partner forte come Paypal, che consente di avere un e-wallet controllato, dà maggiore certezza allo scommettitore che non ha paura di giocare online. Va comunque ricordato che il fenomeno della dipendenza attraversa tutto il gioco e non solo le scommesse sul calcio, ma ci sono tanti modi per approcciarlo in sicurezza, a partire dalla scelta dei tipi di operatore.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.