Calcio Napoli

Anguissa-Vina è rigore per tutti tranne che per la Gazzetta

Per il quotidiano sportivo il contatto Anguissa-Vina non è da rigore

Il contatto Anguissa-Vina è rigore  per tutti i quotidiani tranne che per la Gazzetta dello Sport. La rosea ritiene che il contatto involontario.

ANGUISSA-VINA RIGORE O NO?

Il contatto in area giallorossa tra Vina e Anguisssa è stato giudicato da tutti i media come possibile fallo da rigore, unica voce fuori dal coro è quella della Gazzetta dello sport. Il quotidiano di Cairo ritiene il contatto involontario:

“L’episodio più controverso avviene all’11’ della ripresa quando – su cross dalla trequarti di Insigne – la palla spiove verso il centro dell’area della Roma dove Anguissa in corsa colpisce il pallone con il petto portandoselo in avanti e anticipando Vina. Il difensore della Roma saltando perde l’equilibrio e ricadendo colpisce lievemente sul polpaccio Anguissa che va a terra dolorante. L’arbitro Massa ritiene il contatto leggero e fortuito e non fischia, una valutazione che il Var Di Bello condivide o che – comunque – non considera un chiaro errore, non richiamando quindi il direttore di gara alla review. Resta qualche dubbio, ma la decisione può essere ritenuta corretta”.

La pensa diversamente il Corriere dello Sport:
“Vina ricadendo colpisce Anguissa con lo scarpino sinistro che struscia il tendine d’Achille della gamba destra dell’azzurro: Massa non lo vede, ma il VAR (Di Bello) avrebbe dovuto segnalare l’OFR. E, nel caso, sarebbe arrivato il rigore.

Il rigore non concesso ad Anguissa con la Roma

PISTOCCHI E CARESSSA INVOCANO IL RIGORE PER IL NAPOLI

Maurizio Pistocchi interviene sul rigore non concesso ad Anguissa del Napoli e quello dato ad Alex Sandro della Juventus. Due casi praticamente identici, ma con la differenza che nel caso del Napoli il Var non interviene, mentre in Inter-Juventus l’arbitro viene richiamato dalla sala Var. Due pesi e due misure che stanno facendo già discutere. Non si capisce come mai il Var non intervenga con il Napoli e lo faccia con la Juventus. “Dopo aver visto il rigore concesso da Mariani per fallo di Dumfries su Alex Sandro, che l’arbitro aveva fatto segno di aver valutato personalmente, mi chiedo per quale motivo Massa non è stato chiamato al Var dopo il fallo di Cristante su Anguissa. La legge non è uguale per tutti?” Scrive Maurizio Pistocchi su twitter.

Anche Fabio Caressa è perplesso per l’operato dell’arbitro:

Il contatto Dumfries-Alex Sandro c’è ma se l’arbitro lascia correre e poi viene richiamato dal Var, non capisco perché la stessa cosa non succede sul rigore non concesso ad Anguissa nella sfida Roma-Napoli?“. Caressa dice di non voler prendere una posizione ma bensì vuole “capire come funzionano le cose. Qualcuno me lo spieghi”.

rigore anguissa alex sandro

RIGORE NEGATO AD ANGUISSA MA NON AD ALEX SANDRO

Il contatto Anguissa-Vina è molto simile a quanto visto in Inter-Juventus. Nell’ultimo caso viene concesso un rigore ai bianconeri. L’arbitro Mariani è vicino all’azione quando avviene il contatto Dumfries-Alex Sandro fa ampi gesti che è tutto regolare, quindi ha preso una decisione. Dopo qualche minuto interviene il Var, richiama l’arbitro Mariani che concede il rigore alla Juventus. Il tocco di Dumfries è lieve, ma c’è. Quello che cambia è il protocollo Var, nel caso della Juventus interviene mentre con il Napoli resta in silenzio.

MASSA HA SBAGLIATO TUTTO

Insufficiente Massa, in un big match dopo che questa estate, coinvolto nello scandalo dei rimborsi, aveva scritto nell’etere che era finita. Troppi errori disciplinari (Abraham ha rischiato l’espulsione, mancano diversi gialli) e tecnici (per tutti: Il fallo di Vina su Anguissa il rigore poteva starci, soprattutto se il VAR…). I giocatori in campo l’hanno accettato poco. Dopo la fine (fischiata con anticipo, per il fallo di Zaniolo s’è rimasti fermi parecchio) un rosso per Spalletti che appare poco chiaro.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.