Serie A

Ziliani: “Agnelli cacciato dalla Juve, scelto il nuovo presidente. Buffon e Ilaria D’amico messi alla porta”

Ziliani parla della rivoluzione in atto in casa Juve. Agnelli, Buffon e Ilaria D’amico salutano la Continassa.

Agnelli, Buffon e Ilaria D’amico dicono addio alla Juventus. Nella dinastia Agnelli il sistema di successione è stato sempre governato da quel vecchio principio, tanto caro all’ Avvocato, secondo cui «bisogna che a decidere e comandare sia uno alla volta». John Elkann, indicato dal nonno Gianni in giovanissima età, è il primo socio della Dicembre, il veicolo che esprime la quota azionaria più importante della Giovanni Agnelli Bv, la società a capo dell’ impero che ha appena dato vita a Stellantis.
John dalla sua posizione di controllo ha sempre l’ ultima parola sulle scelte che contano.

E tra le scelte che contano, da qualche settimana, è improvvisamente finito il tema della guida della Juventus. Da undici anni la casella della presidenza del club è occupata da Andrea Agnelli, ma il rapidissimo dietrofront che ha travolto il progetto Superlega ne ha messo in discussione la solidità. John è pronto a sostituire Andrea Agnelli , con Alessandro Nasi

Il giornalista Paolo Ziliani su Twitter anticipa le scelte di John Elkann: “Ultim’ora: Alessandro Nasi, compagno di Alena Seredova, ex moglie di Gianluigi Buffon, sarà il nuovo presidente della Juventus. Buffon si sta guardando intorno e Ilaria D’Amico non lavorerà a Juventus Tv“. L’arrivo di Nasi, presuppone l’addio di Buffon e di sua moglie Ilaria D’Amico.
Anche Paratici sembra vicino all’addio, dopo oltre un decennio con la casacca bianconera: ha il contratto in scadenza, il rinnovo non è scontato e lui è tentato da un’ esperienza in Inghilterra. L’ incertezza riguarda anche Nedved, fedele numero due di Agnelli. Con l’ addio di Paratici e Pavel diventerebbe più facile il ritorno di Allegri e anche un suo coinvolgimento più diretto nella costruzione della nuova Juventus.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.