TUTTE LE NOTIZIE SUL CALCIO NAPOLI

Ritirata la patente a Edo De Laurentiis: andava a 90 all’ora dove il limite era 30

Edo De Laurentiis patente ritirata per eccesso di velocità. Il vicepresidente del Napoli a 90km all’ora dove il limite era di 30.

Edo De Laurentiis si è visto ritirare la patente dalla polizia municipale di Napoli, il vicepresidente del Napoli andava tra i 70 e i 90 all’ora dove la velocità massima è di 30.
Quando gli agenti della polizia municipale hanno chiesto di abbassare i finestrini, si sono trovato difronte Edo De Laurentiis, il vicepresidente del Calcio Napoli.
Gli agenti hanno disposto il ritiro della patente per eccesso di velocità al vicepresidente del Napoli mentre percorreva via Coroglio. Dove il limite di velocità massimo è di trenta chilomet1i all’ora proprio per la particolare pericolosità della strada.
Edo De Laurentiis viaggiava, invece, tra i 70 e i 90 chilometri orari.

Il figlio del patron del Napoli, è stato scoperto mentre superava i limiti di velocità durante alcuni controlli di routine. Secondo la normativa, Edo De La urentiis jpotrebbe rischiare da uno a sei mesi di sospensione della patente.
A quanto pare il vicepresidente del Napol non ha un buon rapporto con le patenti. Edoardo De Laurentiis è finito, infatti, nelle intercettazioni sul caso delle “patenti facili” che ha visto coinvolti i giocatori Koulibaly, Ghoulam e Callejon (quest’ultimo ha lasciato il Napoli dopo sette anni per passare proprio a inizio stagione in un’altra squadra, la Fiorentina. Il dirigente del club azzurro, va chiarito subito, non è indagato e sui fatti in questione molto probabilmente arriverà la prescrizione.

EDO DE LAURENTIIS E LA PATENTE FACILE

Esiste anche un’intercettazione del 4 dicembre del 2014 in cui parla con Ciro Leva, indagato numero uno nell’inchiesta. Edo De Laurentiis secondo quanto ricostruito dalle indagini telefona a Leva in seguito ad una multa di 700 euro, ricevuta nei pressi di Roma. La conversazione è tutta incentrata sulla decurtazione dei punti dalla patente. Motivo per cui alla fine De Laurentiis junior sceglie di ricorrere ai corsi per il recupero dei punti persi. Secondo gli inquirenti Leva “ha manomesso i registri di presenza alle lezioni e i relativi verbali, posticipando la firma delle presenze, o talvolta mettendola al posto dei concorrenti, tanto da attestare falsamente la frequenza al corso recupero punti patente tenuta presso la sua autoscuola di Sant’Erasmo dal 10 novembre 2104, determinando così l’indebito rilascio dell’attestazione per il successivo accredito da parte della Motorizzazione di sei punti patente all’allievo De Laurentiis Edoardo“. Sono passate poche settimane dalla notizia dell’inchiesta e dell’intercettazione che ora un’altra tegola sempre in materia di patenti si abbatte su Edo De Laurentiis. Multe, punti da recuperare e in ultimo la patente ritirata appunto perché correva troppo. Lo riferisce l’edizione odierna del quotidiano la Repubblica.

NAPOLI SU GOOGLE NEWS

Su Google news tutte le notizie su Napoli, la squadra, la città e la sua storia. Segui ora

Archivi