Napoli sprecone e sfortunato, è allarme in casa azzurra?

Tre pali e due palle gol divorate, il Napoli sprecone e sfortunato non va oltre il pareggio nella sfida di Champions League contro il Genk. Match dal quale è stato escluso Insigne mandato direttamente in tribuna da Ancelotti per “scelta tecnica”. Una decisione che ha sorpreso tutto in quanto Insigne è anche il capitano della formazione partenopea.

Napoli sprecone e sfortunato

Si può parlare di allarme in casa azzurra? Dopo la vittoria stentata col Brescia ed il pareggio con il Genk comincia a suonare qualche campanello d’allarme in casa Napoli. Gli uomini di Ancelotti con il Genk hanno deluso soprattutto per il gioco, dato che sono riusciti comunque a confezionare almeno 5 palle gol, di cui 3 si sono stampate sul palo mentre le altre due sono state sprecate da Milik e Callejon. E’ proprio questa difficoltà a concretizzare le palle gol sta facendo scattare un primo allarme. Il pareggio è frutto non solo della sfortuna, ma anche delle tante occasioni sprecate a cui si aggiunge un gioco tutt’altro che spumeggiante. Anche con il Genk si è vista una squadra quasi spezzata a metà dove il centrocampo faticava a fare filtro, nonostante l’ingresso dal primo minuto di Elmas, ma anche ad impostare. Nonostante tutto qualche trama interessante gli azzurri sono riusciti a metterla in campo, creando occasioni gol poi divorate.

Ancelotti non fa drammi

Nel post partita di Genk-Napoli Carlo Ancelotti ha parlato di una “buona partita” da parte dei suoi anche da parte della coppia d’attacco Milik-Lozano. Un concetto ribadito anche ad una tv belga a cui il tecnico ha dichiarato: “E’ stata una partita difficile per i miei ragazzi, ma si deve essere sempre contenti per un pareggio in Champions. Penso che la stampa sia troppo negativa”. Proprio il tecnico del Napoli sta ricevendo qualche critica per le tante formazioni cambiate in questo avvio di campionato, a cui aggiungono le accuse di far giocare molti calciatori fuori ruolo. Uno di questi potrebbe essere Lozano che è partito da seconda punta ed ha avuto pochi palloni giocabili, poi da esterno dopo l’ingresso di Mertens è entrato più nel vivo del gioco senza incidere più di tanto.

Insigne in tribuna

Altro caso è quello della volontà di Ancelotti di mandare Insigne in tribuna. “Scelta tecnica” ha detto l’allenatore del Napoli che ha sottolineato: “L’ho visto poco brillante in allenamento, sarà fresco per il Torino”. La società attraverso Giuntoli ha provato a gettare acqua sul fuoco, ma la scelta di Ancelotti può nascondere qualche malcontento nello spogliatoio, tanto da far scattare un allarme in casa azzurra? Per chi guarda da fuori al momento il gruppo partenopeo sembra avere poca serenità, cosa che condiziona il gioco e le prestazioni. Ricucire il rapporto con lo spogliatoio è fondamentale per riuscire di nuovo ad esprimere tutto il potenziale che questa squadra possiede.

false
Leggi Anche
NAPOLI GENOA 0-0
Il Genoa ferma il Napoli 0-0 al San Paolo tra i fischi del pubblico