Calcio NapoliRassegna Stampa

REPUBBLICA: Napoli, ecco l’identikit dell’allenatore dopo Gattuso

Repubblica traccia l’identikit del prossimo allenatore del Napoli. A fine stagione Gattuso saluterà la panchina partenopea.

 

Chi sarà il prossimo allenatore del Napoli dopo Gattuso? Antonio Corbo su Repubblica traccia l’identikit del prossimo tecnico dei partenopei:

“Fa bene De Laurentiis a non discutere adesso con la squadra in ripresa. Il patron rischia di incrinare l’apparente armonia dei rapporti interni. Non è un caso il silenzio stampa prorogato come la zona rossa fino a maggio. Ma c’è senza parlare chi ha già deciso. Comunque vada, Gattuso lascerà il Napoli.

Aldilà dei tweet di elogi dopo le ultime vittorie, i rapporti tra presidente e allenatore si limitano a gelidi saluti. Tutto è cominciato dopo la sconfitta di Verona. Il presidente non seppe nascondere il suo malumore.

Non sarà facile in caso di qualificazione Champions per il Napoli recuperare il rapporto, a qualsiasi cifra. L’orgoglio di Gattuso vince sull’interesse, facendogli anche dimenticare la realtà di quel buio gennaio. Certi risultati avrebbero fatto impazzire di rabbia anche un monaco alcantarino. Lo scenario oggi è invece diverso dopo le vittorie esterne con Milan e Roma. La media punti è migliorata: da 1,86 a 1,96 a partita. Deve salire a 2,09 per centrare l’obiettivo Champions. Battendo domenica il Crotone però basteranno poi solo 2 punti a partita, 20 in 10 gare. Il quarto posto è a 76. Missione finalmente possibile”.

Chi sarà il prossimo allenatore del Napoli?

Corbo parla del prossimo allenatore del Napoli, tracciandone le caratteristiche:

“Per la Champions prevalgono il laziale Inzaghi e Sarri su Fonseca che domenica scorsa in una sola sera ha forse perso due panchine. La sua e quella del Napoli.

A riportare l’ex allenatore della Juve può essere solo Giuntoli, se rimane. I due sono in continuo contatto. L’attuale manager ha qualche offerta, potrebbe anche seguire Marotta nel suo eventuale ritorno dall’Inter alla Juve.

Fu proprio Giuntoli a proporre Sarri dopo la fuga di Benitez a Madrid e il no di Unai Emery. Ha già parlato con l’artigiano toscano del progetto Napoli. Per le cessioni, via libera per Koulibaly e Fabian Ruiz, ma per non meno di 65 e 40 milioni.

Aldilà dei nomi va preferito un allenatore che non si ostini sul suo gioco, ma che rifondi il Napoli sulla velocità di Lozano e Osimhen. Più ripartenze che possesso palla. Sarri punta su Mertens, giusto. Ha ancora tanti colpi in canna, ma il 6 maggio compre 34 anni. Come passa il tempo”.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.