SKY- Mertens-Chelsea il Napoli ha detto no. Ecco il vero motivo

mertens chelsea napoli

Mertens-Chelsea il Napoli ha detto no al trasferimento del belga. Il presidente Aurelio De Laurentiis offre il rinnovo all’ex PSV.

Il Napoli ha detto no al trasferimento di Mertens al Chelsea. Nelle ultime ore di calciomercato i Blues erano arrivati ad offrite 10 milioni di Euro per il cartellino dell’ex PSV.  Secondo quanto dichiarato dalla redazione di Sky sport 24

NAPOLI, NO AL CHELSEA PER MERTENS

Dies Mertens non andrà al Chelsea.  La società inglese, in questi ultimissimi giorni di mercato, ha provato a chiedere l’attaccante belga al Napoli, ma ogni discorso potenziale relativo ad una sua cessione in questa sessione di gennaio è stata bloccato dalla dirigenza partenopea, non intenzionata a privarsi del suo bomber sebbene “Ciro” non abbia ancora rinnovato il contratto con il sodalizio campano.

Il contratto attuale di Mertens, lo ricordiamo, ha valenza solo fino al 30 giugno 2020: dopo quella data, l’ex PSV Eindhoven sarà infatti libero di andare altrove e di accasarsi in un nuovo club a parametro zero.

A partire da febbraio, volendo, potrebbe accordarsi con un’altra società, ma sempre in vista dell’estate. Per il momento, il Chelsea ha offerto al Napoli 10 milioni per avere subito Mertens, ma il club azzurro ha rifiutato e non lo ha fatto per una questione di soldi: è anche un problema di tempistiche, perché mancano poche ore e sarebbe ormai complicato trovare un degno sostituto a stretto giro di posta“.

RINNOVO

Sia il Napoli che Mertens hanno preferito respingere le offerte arrivate dal Cehlsea. Le prossime settimane potrebbero regalare novità. La virata di De Laurentiis sul rinnovo può far dimenticare al giocatore anche le incomprensioni degli ultimi mesi.

Una retromarcia quella del presidente del Napoli dettata anche dai continui alti e bassi di Milik e le difficoltà incontrate per il suo rinnovo di contratto. Il patron vorrebbe mantenere in rosa un calciatore legato alla città, che sarebbe anche un utile elemento di esperienza in uno spogliatoio che in estate potrebbe essere letteralmente rivoluzionato“.

Archivi