Corriere. Callejon proposta monstre dalla Cina. Mertens chiede sei milioni. La situazione

Mertens Callejon

Mertens e Callejon in bilico. Per lo spagnolo proposta monstre dalla Cina potrebbe partire a Gennaio. Dries chiede sei milioni all’anno

NAPOLI. Si continua a discutere sul futuro di Dries Mertens e Josè Maria Callejon. I due veterani del club di De Laurentiis sono a fine contratto, la società continua a parlare con gli agenti, ma le sorprese sono sempre dietro l’angolo.
L’edizione odierna del Corriere dello Sport, ha riportato le ultime sul futuro di Callejon e Mertens:

I RINNOVI DI CALLEJON E MERTENS

Il futuro di Callejon è in bilico tra il Napoli e la Cina. Il pupillo di Mourinho a Milano raggiungerà, Ciro Ferrara che ha vinto due scudetti con il Napoli e ha messo insieme 322 presenze.
Callejon mercoledì entrerà nella top five all time. Ma lo spagnolo non riuscirà a scalare altre posizioni senza il rinnovo di contratto, perché prima di lui (al quarto posto) c’è Moreno Ferrario con 396 presenze.

Il Napoli ha proposto un biennale da tre milioni a stagione e la cifra non sembrerebbe soddisfare Callejon, perché dalla Cina starebbe per essere formalizzata (fronte Dalian, club allenato dal suo mentore Benitez) un’offerta che gli permetterebbe di guadagnare la stessa somma percepita da Hamsik: 30 milioni in tre anni. E se a gennaio dovesse arrivare anche al Napoli una proposta di cessione, il club certamente la prenderebbe in considerazione.

Come Callejon anche Dries Mertens ha un amore sconfinato per Napoli e il Napoli, vuole battere tutti i record possibili e immaginabili. Ma occorre anche che l’amore sia ricambiato da un contratto congruo, almeno sei milioni a stagione per mettere nero su bianco e rendere operativo il rinnovo. Una cifra sicuramente molto alta, ma che il calciatore si sente di meritare. Il belga si sente ancora un calciatore nel pieno delle sue forze.

L’Inter è alla finestra per la prossima estate, le opzioni cinesi sono dietro l’angolo, ma sarebbe sorprendente (pur non escludendo l’ipotesi) se il belga decidesse di andare in un altro mondo calcistico e se De Laurentiis se ne privasse a gennaio. A meno che non arrivi una proposta per il cartellino abbinata all’impossibilità di procedere al prolungamento. Oggi il Napoli ha altre necessità, soprattutto quella di superare nel migliore dei modi le prossime due partite (Milan e Liverpool)“.