Il fratello di Mazzoleni: “fallo di Llorente, a Napoli piangono sempre”

fratello di Mazzoleni

Il fratello di Mazzoleni interviene sul rigore non concesso al Napoli con una serie di luoghi comuni sui piagnistei

Il fratello di Mazzoleni contro Napoli

Mario, il fratello di Mazzoleni è intervenuto ai microfoni del corriere di Bergamo, edizione locale del Corriere della sera, parlando del rigore non concesso al Napoli e tirando fuori i soliti luoghi comuni:

L’episodio contestato tra Llorente e Kjaer è chiarissimo a termini regolamentari e cioè chi fa fallo per primo è il giocatore del Napoli ed è il primo fallo, non il secondo, che deve essere punito.

Detto questo Kjaer ha tenuto un comportamento pericoloso. Pericoloso e anche stupido che è un malvezzo di parecchi difensori su palle inattive.

E cioè di non preoccuparsi della traiettoria della palla, ma di guardare l’avversario per cercare di disturbarlo“.

Il fratello di Mazzoleni ha poi aggiunto: “L’intervento di Kjaer non è punibile, perché in campo il giocatore può fare quello che vuole, purché non sia fallo. L’atteggiamento del danese è pericoloso perché avrebbe potuto indurre l’arbitro in errore.

E come si spiegano tutte le polemiche da De Laurentiis al sindaco Di Napoli? Sono ingiustificabili, ma conosciamo la piazza di Napoli che piange sempre. Forse pensavano di vincere facile contro l’Atalanta.

Hanno detto di aver speso un sacco di soldi, come se per questo avessero diritto ai rigori. Quando un presidente afferma che dobbiamo essere rispettati perché abbiamo investito tanti soldi mi chiedo che cosa dovrebbero invocare squadre come il Lecce, che non lo hanno fatto.

Un rigore lo determina il regolamento. Non l’investimento“.

Chi è il fratello di Mazzoleni

Nato a Bergamo, risiede ad Alzano Lombardo dove gestisce una Galleria d’arte contemporanea.
È stato arbitro di calcio sino al 2006, disputando quasi 200 gare nelle serie professionistiche. Opinionista per la trasmissione Qui studio a voi stadio in onda su Telelombardia e Antennatre.
È fratello di Paolo Silvio Mazzoleni, anch’egli arbitro di calcio.

Carriera arbitrale

Ha esordito in Serie A il 22 settembre 2004 nella partita Reggina-Livorno. È stato dismesso dalla CAN A e B al termine della stagione 2005-2006. Secondo quanto riportato da Mazzoleni in un’intervista a Striscia la notizia, la sua dismissione sarebbe stata causata dalle lamentele del presidente della Lazio Claudio Lotito a seguito un discusso arbitraggio nella partita Lazio-Cagliari.
Ha diretto in carriera 6 partite nella massima serie e 32 in serie B.

Le parole del fratello di Mazzoleni, vanno contro quanto affermato dal quotidiano, per il corriere di Bergamo l’episodio è da rigore, ma quello che da più fastidio è il fatto che ogni volta che ci si ribella ad un’ingiustizia si viene bollati come piagnina.

Questa è la tecnica che la stampa  nazionale e gli addetti ai lavori usano per seppellire ogni atto di parzialità.

La domanda che ci poniamo è la seguente: se fosse accaduto il contrario? cosa avrebbe detto il fratello di Mazzoleni? e la gazzetta?

fratello di Mazzoleni