Varie-Calcio

Gli arbitri ‘parlano’ in tv, ma con l’intermediario

La riforma fa parte del progetto per rendere più trasparente il settore arbitrale

Gli arbitri ‘parlano’ in tv, è una delle riforme volute dall’Aia e Figc. Ma a parlare non saranno i direttori di gara ma un intermediario. La notizia viene lanciata da Repubblica che spiega la necessità di avere maggiore chiarezza nel mondo arbitrale. Non è un caso che il nuovo presidente dell’Aia ha sempre detto di voler far parlare gli arbitri in tv per una maggiore trasparenza. Una promessa che fino ad ora Trentalange non ha mai mantenuto, tranne qualche sporadico intervento, Tipo Orsato sul caso Pjanic durante la sfida Inter-Juventus.

Questa volta gli arbitri parleranno in tv, ma con un intermediario. La figura di riferimento è stata individuata in Antonio Giannoccaro. Sia Aia che Figc hanno deciso di far convogliare sull’ex arbitro questa nuova figura che interfaccerà con i media. Oramai sembra chiara la necessità di avere maggiore chiarezza e trasparenza sulle decisioni arbitrali che nelle ultime settimane hanno scontentato praticamente tutti. Alcuni casi riguardano il Milan, favorito con la Roma. Altri sono emblematico come il cambio di protocollo Var durante la sfida tra Inter e Juventus con il contatto Dumfries-Alex Sandro.

Nelle ultime giornata si è lamentato anche il Napoli. La direzione di gara in Roma-Napoli è stata insufficiente. Ancora peggio ha fatto Ayroldi che ha commesso una serie di errori contro gli azzurri durante l’ultima sfida giocata dagli uomini di Spalletti in Serie A.

Back to top button

Benvenuto su napolipiu.com

Consenti gli annunci sul nostro sito Sembra che tu stia utilizzando un blocco degli annunci. Ci basiamo sulla pubblicità per finanziare il nostro sito.