De Laurentiis contro la stampa: Ecco il motivo

Aurelio De Laurentiis contro la stampa nazionale e locale. Il patron degli azzurri  ha riservato frasi al fiele agli operatori della comunicazione.

Alla vigilia della sfida Champions tra Napoli e Salisburgo, il patron azzurro, Aurelio De Laurentiis si è scagliato contro la stampa. Le parole del presidente del calcio Napoli, da sempre opposto al politically-correct, hanno fatto molto rumore.

Le dichiarazioni di De Laurentiis contro la stampa hanno colpito più del solito. Il produttore cinematografico, ci ha  abituati a vulcaniche dichiarazioni o esternazioni, ma a Salisburgo è andato oltre, dividendo anche la critica: Troppo volgare o dice il vero?

DE LAURENTIIS CONTRO LA STAMPA

Il motivo della rabbia di De Laurentiis contro la stampa è da ricercare nelle feroci critiche ricevute in questi anni e nella disparità di trattamento tra il Calcio Napoli e le squadre del Nord.

La goccia che ha fatto traboccare il vaso sono le uscite di alcuni giornalisti ed opinionisti vari che nei giorni scorsi non hanno lesinato attacchi nei confronti del club partenopeo e della squadra.
Alcuni giornalisti e opinionisti si erano, infatti, affrettati a parlare di possibile addio di Ancelotti, di parole “gravi” del presidente nei confronti di Mertens e Ancelotti e addirittura qualcuno aveva avanzato l’idea di una possibile cessione del club nel giro di pochi anni. Tutte cose che hanno infastidito il patron del Napoli.
Il modello costruito e sviluppato da De Laurentiis è una pura contraddizione: da una parte costituisce la forza del Napoli, dall’altra rappresenta il limite rispetto ai suoi competitor.

Il club partenopeo è 19esimo nella Deloitte Football Money League, terza realtà italiana dopo la Juventus e Inter. Sulla comunicazione il Napoli è in controtendenza, occupando le ultime posizioni.

Viviamo l’era dei social e della web society, eppure le parole di De Laurentiis verso la stampa fanno un rumore assordante. Tutti gli appassionati di calcio iscritti a Facebook vivono una situazione fastidiosa ma inevitabile.

La ridondanza del video di De Laurentiis che inveisce contro il giornalisti è diventato virale. I siti tagliano le frasi”scostumate” ma il concetto resta.
Quello lascia l’amaro in bocca in tutta questa storia è il fatto che la stampa subisca senza replicare in diretta. De Laurentiis generalizza le sue parole verso i media, ma i giornalisti presenti non hanno replicato in diretta al patron.

Sarebbe corretto un contraddittorio, che difficilmente avverrà.

IL WEB SI DIVIDE SULLE PAROLE DI ADL

Il web, sulle dichiarazioni di De Laurentiis contro la stampa si è diviso, come spesso accade, in pro e contro
Sembra uno uscito da Harvard o da Oxford!” o anche: “Ma la napoletanità sarebbe rappresentata da lui?!”, oppure: “Ecco il garbo e l’educazione di un presidente! “.

Fioccano i commenti anche da parte dei tifosi degli altri club, come un romanista che scrive: “A me è antipatico… Ma preferisco il suo sfogo ai patetici tweet e le promesse oltreoceano scritte sotto forma di lettera e puntualmente disattese del nostro caro Pallotta”
mentre uno juventino osserva: “Nervoso e tanto. Non è la prima volta in questo inizio di stagione. Hanno capito che non solo sarà durissima vincere ma non arrivano neanche secondi… per loro che credevano vi meritate lo scudetto è tanto”.

Contrariamente al solito molti tifosi azzurri stavolta si schierano dalla sua parte: “De Laurentiis che in 5 secondi di dichiarazioni spala m…su mezza stampa italiota… quanto adoro quest’uomo” o anche: “Il suo “turpiloquio”, ( come lo hanno definito alcuni giornalisti che hanno preteso di scandalizzarsi), ha comunicato meglio di tutti i discorsi con registro aulico di tantissimi (pretendenti) giornalisti sportivi i quali stanno rovinando i tifosi”.
In tanti hanno apprezzato le parole dure di Adl: “I finti moralisti quelli che ci tengono ai follower, dicono che ha sbagliato a parlare così.. I finti tifosi quelli che ci tengono a dire strun… dicono che ha sbagliato a parlare così. I veri tifosi stanchi come noi invece stanno godendo come i pazzi, dopo che Adl ha parlato”.
Infine la chiosa: “Si scandalizzano per le parolacce dette ieri da Adl Tutti finti moralisti e perbenisti, educati e rispettosi sempre. Dimenticano tutte le offese subite da De Laurentiis negli anni, come quando un “tifoso” a Dimaro gli auguró le chemio… Abbiate almeno la decenza di tacere”.

false
Leggi Anche
Montervino ammutinamento napoli
Montervino: “Momento difficile colpa di tutti. I furti non sono ritorsioni”